Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO| Salvini e Borgonzoni a sorpresa in Piazza Maggiore

Dall'eventuale processo per caso migranti ai sondaggi pre elettorali, Salvini a ruota libera durante il "blitz" sotto le Due Torri

 

Matteo Salvini e Lucia Borgonzoni a sorpresa in Piazza Maggiore, alle 18 di oggi.  Come di consueto il leader della Lega e la candidata alle regionali hanno realizzato una diretta Facebook annunciando un nuovo appuntamento in città per lunedì 23 dicembre, anche se il luogo non è ancora stato fissato. 

Il blitz in piazza annunciato un'ora per l'altra è per timore delle sardine?  "No- assicura Salvini- è perchèètasera ho una cena con 1.200 persone a Parma, si passa per Bologna e quando sotto Natale si e' drammaticamente indietro con i regali, un'oretta in città bisogna farla". Quanto a piazza Maggiore, culla delle sardine, aggiunge: "La adoro, anche perche' fui protagonista di una delle piu' belle manifestazioni della Lega quando eravamo al 4-5%. Quindi sono affezionato a piazza Maggiore, che e' di tutti. Quindi piu' gente viene a riempire in piazza Maggiore e meglio è".

Salvini sui sondaggi sulle Regionali in Emilia Romagna

L'incontro all'ombra delle due torri è stato occasione per parlare di sondaggi pre elettorali, Gli ultimi in Emilia-Romagna danno Stefano Bonaccini davanti con distacco rispetto a Lucia Borgonzoni ma sembra non preoccuparsene il leader del Carroccio, chr ha detto: "Andate a rivedervi gli ultimi sondaggi in Umbria- cita Salvini, rivolto ai cronisti- che davano un testa a testa ed e' finito con 20 punti di distacco. Ho chiara la sensazione che ci sia tanta voglia di cambiamento, poi il percorso impegnativo comincia il 27 gennaio perche' dopo 50 anni ci saranno diverse cosa da cambiare". Salvini si augura poi che alle prossime elezioni "partecipi tantissima gente, come in Umbria. Ricordo che cinque anni in Emilia-Romagna voto' un cittadino su tre, quindi spero che in tanti vengano a votare stavolta perche' per la prima volta dopo 50 anni c'e' una possibilita' vera di cambiamento. Quelle ovviamente erano elezioni scontate, nel senso che gia' si sapeva che avrebbe vinto il Pd. Questa volta la partita e' assolutamente aperta e sono convinto che Lucia e il centrodestra saranno avanti. Poi ci saranno cinque anni di impegno e passione", afferma Salvini.

Il palazzetto di Salvini e la piazza anti-Lega a confronto | Video-interviste

Eventuale processo migranti, Salvini da Bologna: in tribunale a testa alta

Votando a favore del processo a carico di Salvini sul caso Gregoretti "Luigi Di Maio dimostra la sua piccineria. E lo dicono anche tanti 5 stelle". E' lo stesso leader della Lega ad andare all'attacco del suo ex sodale di Governo, durante l'iniziativa lampo a Bologna. "Per me l'onore vale piu' della poltrona- commenta Salvini la scelta dei 5 stelle- e l'abbiamo dimostrato mollando le poltrone. Mi spiace che Di Maio dimostri in questo caso la sua piccineria, e lo dicono anche tanti 5 stelle. Perche' la Gregoretti, come l'Open Arms e la Diciotti sono state tutte scelte condivise e concordate. Infatti adesso l'immigrazione e' fuori controllo".

Se ci sara' il processo "andro' in tribunale a testa alta, perche' non sono un pericoloso sequestratore". Anzi, "mi auto-denuncio perche' lo rifaro' in futuro". Cosi' il leghista lancia la sfida sul caso Gregoretti, che lo vede indagato per sequestro di persona dopo aver bloccato lo sbarco nel luglio scorso. "Trovo curioso che ci siano giudici che invece di inseguire camorristi, stupratori e spacciatori pensano di perseguire e ingabbiare Salvini- attacca il numero uno del Carroccio, nel corso di un'iniziativa lampo oggi pomeriggio a Bologna- quanto costano queste indagini? Quanti uomini impegnano? Quanta carta viene buttata via? Mi chiamino dove vogliono, stiamo dando tutti i documenti possibili, non mi ritengo un pericoloso sequestratore. Ma e' chiaro che la giustizia italiana ha bisogno di essere aggiornata ai tempi che corrono". Ad ogni modo, aggiunge Salvini, "se ci sara' bisogno di andare in tribunale, ci andro' a testa alta. Certo, col rammarico che se uno stupra rischia 12 anni e io per aver bloccato una barca per quattro giorni rischio 15 anni. Lascio giudicare gli italiani se non e' uno spreco di denaro pubblico". Quindi rincara: "Se mi devono chiamare in tribunale per rispondere di quello che ho fatto, mi auto-denuncio perche' lo rifaro' in futuro".

Merola: Salvini approfitta per fare la vittima

Sulla visita del leader della Lega ha detto la sua il Goevrnatore della regione. "Matteo Salvini? E' sempre il benvenuto in questa regione, che è molto ospitale". Cosi Stefano Bonaccini, presidente dell'Emilia-Romagna, commenta il blitz last minute. Questa sera il governatore uscente è alla presentazione dell libro del sindaco di Bologna Virginio Merola "La regione orizzontale" insieme allo scrittore Carlo Lucarelli. Merola invece, in apertura di dibattito, dice: "Forse Salvini non conosce le regole che impediscono di chiedere la sala stampa del Comune in campagna elettorale e vuole approfittarne per fare la vittima". La conferenza stampa di Salvini è infatti stata spostata in piazza. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
BolognaToday è in caricamento