Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Salvini oggi a Bologna. Al Panigale lo attende la candidata di Potere al popolo, scatta la contestazione | VIDEO

Fitta l'agenda del segretario della Lega in città. Non sono mancati alcuni momenti accesi, come la dura invettiva di Marta Collot a Borgo Panigale

 

Serrata agenda di appuntamenti per il leader della Lega, Matteo Salvini, oggi in tour tra Bologna e alcuni comuni della provincia felsinea, a sostegno della candidatura della sua delfina Lucia Borgonzoni, in corsa per il centrodestra alle elezioni regionali dell'Emilia Romagna.

Oltre al calore e ai simpatizzanti, anche questa volta non sono mancate le contestazioni per il numero uno della Lega. L'ex Ministro ha inziato il proprio giro di visite di buon mattino, con alcune tappe a Casalecchio di Reno. Qui sarebbe stato 'respinto' da un bar della zona e accolto sulle note di "Bella ciao" da un gruppetto di antagonisti.

A seguire il segretario del Carroccio si è recato a Borgo Panigale. Nei pressi del mercato, poco dopo le 11, ad attenderlo, nuove contestazioni. Si sono radunati una trentina di esponenti del Pd, che sventolando le bandiere dem e della Cgil protestano silenziosamente. Più più accesi invece i toni di alcuni attivisti di Potere al Popolo, capitanati dalla candidata alla presidenza della Regione, Marta Collot, che ha scagliato una dura invettiva contro il 'capitano'.

"Fate gli sciacalli sulla povertà della gente e alla fine pensate solo ai ricchi e alle imprese". Così Collot, continuando ad attaccare sul tema del lavoro e delle privatizzazioni: "I decreti sicurezza - ha urlato contro Salvini la candidata di potere al Popolo - hanno bloccato il diritto di manifestare. Un lavoratore in questo Paese, se viene licenziato, non può neanche scendere in piazza per protestare, grazie a voi, che fate finta di essere dalla parte dei lavoratori, Siete uguali agli altri e vi ponete come opposizione. Privatizzate sanità e scuola, siete solo sciacalli".

La protesta dura un paio di minuti e poi si scioglie, mentre Salvini si dedica ai selfie con chi invece è sul posto per acclamarlo.

Da Bibbiano al tram di Bologna, accuse e promesse dal leader della Lega

Salvini batte la provincia di Bologna a tappeto. Oggi "sfida" a (breve) distanza con Bonaccini

Nel pomeriggio continuerà in provincia di Bologna il tour di Salvini: dal centro commerciale  Le Piazze di Castel Maggiore, a San Pietro in Casale, poi ancora tappa a Castenaso e Loiano. Poco prima delle 15 previsto l'arrivo al CenterGross di Funo di Argelato. Qui il segretario leghista sfiorerà l'avversario di Borgonzoni, Stefano Bonaccini, presidente uscente della Regione e in corsa per il secondo mandato con la coalizione di centro-sinistra. Il Governatore dell'Emilia Romagna sarà infatti in zona nelle stesse ore per incontrare alcune aziende, sempre in vista dell'appuntamento elettorale del prossimo 26 gennaio.
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
BolognaToday è in caricamento