Elezioni Comunali Bologna 2016: preferenze e consiglieri eletti

Tre consiglieri in più per i Dem rispetto al 2011. Due posti per Coalizione civica, e 4 per il Movimento 5 Stelle

Con la vittoria di Virginio Merola al ballottaggio, in base ai primi calcoli fatti al primo turno su 36 seggi del Consiglio comunale dovrebbero andarne 21 alla maggioranza (più il sindaco) e 14 all'opposizione. Al Pd toccano 21 eletti (furono 18 nel 2011), calcolandone solo uno per la lista Città comune di Amelia Frascaroli (che nel precedente mandato partì con quattro seggi).

ALL'OPPOSIZIONE. Sui banchi dell'opposizione, invece, cinque consiglieri del M5S (tre quelli eletti nel 2011), tre della Lega nord (che aveva iniziato lo scorso mandato con quattro), uno di Fi (che era partita da cinque), tre di Insieme Bologna e due di Coalizione civica.

Sono gli assessori uscenti a guidare la truppa degli esponenti Pd in Consiglio: su tutti Matteo Lepore, che con 1.974 preferenze ha incassato il maggior numero di voti. Insieme a lui, entra in Consiglio per il Pd anche il collega di Giunta Andrea Colombo (1.795 preferenze), seguito dalla capolista Giulia Di Girolamo (1.449) e dall'assessore Marilena Pillati (1.185).

Sono dentro anche la coordinatrice delle donne dem Federica Mazzoni (1.114), Luisa Guidone (1.034), il capogruppo uscente Claudio Mazzanti (1.019), Michele Campaniello (1.015), l'ex segretario regionale dei Giovani democratici, Vinicio Zanetti (991) e il renziano Marco Lombardo (875). Ce la fanno anche l'assessore Luca Rizzo Nervo (853), la presidente del Consiglio Simona Lembi (834) e gli ex presidenti di Quartiere Roberto Fattori (848), Elena Leti (655) e Nicola De Filippo (567). Un seggio anche per i renziani Raffaella Santi Casali (825) e Piergiorgio Licciardello (629), per Roberta Li Calzi (753), il consigliere uscente Francesco Errani (733), Maria Caterina Manca (713) e Loretta Bittini (700).

Tra i primi dei non eletti dem le consigliere uscenti Maria Raffaella Ferri e Rossella Lama, il dirigente Pd Raffaele Persiano, Isabella Angiuli e l'ex assessore provinciale Gabriella Montera, che possono sperare in un ripescaggio in Consiglio nel caso Merola, vittorioso al ballottaggio, richiami in Giunta i suoi attuali assessori o qualche altro eletto a Palazzo D'Accursio. Oltre ai 21 seggi per i dem, ne scatta uno anche per la lista dell''assessore Amelia Frascaroli: il posto in Consiglio in teoria è suo, in virtù delle 916 preferenze ottenute. Prima dei non eletti l'ex presidente del Quartiere San Vitale Milena Naldi (701).

Due sono invece i posti per Coalizione civica, che oltre al candidato sindaco Federico Martelloni piazza in Consiglio comunale anche Emily Clancy con 996 preferenze.

La Lega nord elegge tre consiglieri: oltre alla candidata sindaco Lucia Borgonzoni, rientra anche Paola Francesca Scarano (305 preferenze). Con lei, viene eletto anche Federico Caselli (252) e Umberto Bosco. 

Per Fi c'è Marco Lisei, non vengono riconfermati gli ex Lorenzo Tomassini e Daniele Carella. La lista civico-centrista Insieme Bologna di Manes Bernardini fa invece tre consiglieri: oltre al candidato sindaco, entrano anche Giulio Venturi (526 preferenze), nipote del giuslavorista Marco Biagi, ucciso dalle Br nel 2002, e Gian Marco De Biase (524), esponente Udc e nello scorso mandato consigliere al Quartiere Navile. Infine, l'M5s con Massimo Bugani, Marco Piazza, Elena Foresti e Dora Palumbo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, neve in arrivo sull'Appennino emiliano

  • Ripetitori e onde dei cellulari, lo studio del Ramazzini: "Tumori rari nelle cellule nervose"

  • Rivoluzione orari della 'movida', parte esperimento. Lepore: "Cercheremo di dettare una nuova tendenza"

  • Fuga di gas dalle cantine: 16 famiglie evacuate, traffico bloccato

  • Furto a San Lazzaro: "Sono entrati in pieno giorno e hanno fatto un disastro. Sono sconvolta"

  • Accoltellamento sul treno: due feriti, treni in ritardo

Torna su
BolognaToday è in caricamento