Sicurezza e movida, Martelloni propone Ronchi come "Sindaco della notte"

Coalizione Civica fa le sue proposte per una città in cui la cultura "si-cura": le ordinanze e le azioni di emergenza non funzionano. Martelloni guarda all'Europa, a città come Londra e Berlino dove il tema della notte è preso sul serio

Un "sindaco della notte" proprio come a Londra, Berlino e diverse città spagnole. E' questa la proposta di Coalizione Civica presentata in mattinata dal candidato sindaco Federico Martelloni sul tema della notte bolognese e a favore della sicurezza, visto che "Ia politica delle ordinanze e delle emergenze non paga"

"Bologna una città si-cura" è il motto per le proposte programmatiche di Coalizione Civica volte a riflettere sulle esigenze differenti di chi vive la notte bolognese: divertendosi, lavorando oppure dormendo, visto che la 'nuova' notte cittadina come la immaginano nella lista di Martelloni non trascurerà il diritto al riposo. Insieme al candidato l'ex assessore alla cultura Alberto Ronchi, individuato come il perfetto aspirante alla carica di sindaco della notte, appunto.

E Ronchi prende parola accompagnato da una colonna musicale 'rock' firmata da PJ Harvey: "Come abbiamo avuto modo di appurare, la politica delle regole messa in campo da Merola non sta pagando. La discrezionalità è uno dei grossi problemi di Bologna: zone diverse, regole diverse. Come prima cosa metterei mano al regolamento di Polizia Urbana, che va assolutamente cambiato (lo stesso Merola lo aveva detto all'alba delle passate amministrative, ma po nulla è stato fatto): le parole chiave sono semplificazione e diminuzione delle regole, che devono essere semplici, chiare e soprattutto uguali per tutti. Il regolamento attuale non è altro che una grossa stratificazione di norme che si sono accumulate e se tutto è vietato, tutto è permesso ". 

Sulla parità di trattamento e sulla gestione attuale dei luoghi della cultura Ronchi ha le idee molto chiare e fa anche qualche esempio di diseguaglianza: "Perchè alcune concessioni vanno messe a bando ogni anno o ogni tre anni ed altre solo ogni dieci? Perchè il Cassero non è trattato al pari di Kilowatt o Dynamo? Di fondo c'è un problema di equità oltre che il mancato riconoscimento del valore culturale di alcuni locali storici come per esempio il Covo. Bologna non è forse città creativa della Musica Unesco?". Per l'ex assessore della giunta Merola non è colpa delle realtà favorite, ma di chi mette su piani differenti. 

Ma che cos'è in concreto un sindaco della notte? "E' un modo europeo per raccontare una delega specifica - chiarisce Alberto Ronchi - Un ruolo che non prevede l'uso di una bacchetta magica (ci diamo tre mesi di tempo per trovare le soluzioni giuste) ma che funga da semplificatore, da medium per esempio fra i locali e la Siae. Uno strumento per risollevare Bologna da un'ottica da paesone a un'ottica europea che non preveda di fare ordinanze a casaccio, ma di ascoltare le varie parti coinvolte". 

Lo schema di lavoro pianificato per il "sindaco della notte" dovrà comprendere un lavoro sui comitati: "Anche loro devono essere sottoposti a delle regole: quanti sono? Chi sono? E' necessario che ci sia un albo perchè non possono poche persone bloccare dei progetti interi solo perchè hanno un avvocato che porta avanti cause su cause".

E visto che il riferimento va dritto a via Petroni, tanto vale aggiungere una nota su Piazza Verdi: "Si era organizzata una bellissima estate in piazza, con un concerto di Nada che aveva portato in strada anche mamme e bambini. Eppure non stava bene a qualcuno. Ricordiamoci che dobbiamo dare ai giovani la musica che vogliono ascoltare: non possiamo decidere che ascoltino musica classica, se non è la musica classica quello che vogliono". 

Fra le possibili e parziali soluzioni al 'degrado' notturno anche quella del vuoto a rendere che, secondo Ronchi e Martelloni, potrebbe aiutare a ridurre il problema dei cocci per strada: chiedere una cauzione che viene poi restituita alla consegna del bicchiere o della bottiglia vuota in altre città funziona. Perchè a Bologna non dovrebbe? 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto a fuoco, morta giovane donna e Porrettana chiusa al traffico per ora

  • Non solo massaggi al centro estetico: blitz dei Carabinieri a Pianoro

  • Gianni Morandi racconta il dolore per la perdita della figlia

  • Maxi furto al bar: si finge acquirente e ruba 200mila euro di diamanti

  • Incidente sulla Statale: schianto tra auto, morta una donna

  • Morto in solitudine, gli amici si mobilitano per trovare i parenti: "Ivan se lo meritava"

Torna su
BolognaToday è in caricamento