Elezioni, candidato Lega propone legge anti-moschee: 'Caserme d'odio'

Vietare in Emilia-Romagna le moschee. Questo l'obiettivo della proposta lanciata dal candidato al Consiglio comunale Umberto Bosco: "Bologna unico posto al mondo dove gli islamici non chiedono una moschea, sindaco e arcivescovo gliela offrono"

Bosco - foto Dire

Vietare in Emilia-Romagna "le caserme dell'odio". Questo l'obiettivo del progetto di legge d'iniziativa popolare contro le moschee lanciato dal candidato della Lega al Consiglio comunale di Bologna, Umberto Bosco. Le moschee, assicura Bosco, "radicalizzano i fedeli e rallentano i processi d'integrazione in corso".

Inoltre Bologna, sottolinea, "è l'unico posto al mondo dove gli islamici non chiedono una moschea, mentre il sindaco e l'arcivescovo gliela offrono. Non serve un genio per capire che si tratta di un silenzio strategico da parte della comunità islamica, per evitare di affrontare durante la campagna elettorale e quindi in modo democratico e plurale un tema così importante, salvo poi presentarsi dalla prossima giunta e trattare direttamente col sindaco". Per evitare che ciò accada, il leghista va a caccia di firme con l'obiettivo di spedire in Regione (sul modello lombardo) una proposta di legge in grado di ostacolare con una serie di ''paletti'' la nascita di nuovi edifici di culto, a partire dalla necessita'' di un riconoscimento ufficiale da parte dello Stato della religione interessata.

La proposta di legge esclude anche le sale di preghiera attualmente molto sfruttate dal mondo islamico grazie alle norme sulle associazioni di promozione sociale. Ma perchè a presentare la legge non è il gruppone leghista in Regione? "La maggior parte dei progetti di legge presentati in assemblea- risponde Bosco- non vengono nemmeno discussi, invece un progetto di iniziativa popolare non può essere messo in un cassetto". 

Alle spalle Bosco non ha nemmeno tutta la capacità di fuoco della Lega bolognese. "Questa- chiarisce lui stesso- è l'iniziativa individuale di un candidato consigliere, ma non mancano i militanti che hanno già detto che mi daranno una mano". Da raccogliere ci sono 300 firme per avviare l'iter, poi altre 5.000 in sei mesi per presentare la proposta di legge. "Iniziamo oggi pomeriggio", fa sapare Bosco, che annuncia per i prossimi giorni anche un confronto pubblico sul tema.

COLAZIONE CIVICA: INSULTO ALLA COMUNITA' ISLAMICA. Le firme che il candidato della Lega  vuole raccogliere contro le moschee "serviranno per sancire la condanna a morte di un principio supremo della Costituzione", quello "della laicità dello Stato, che non solo garantisce la salvaguardia della libertà religiosa ma anche, e soprattutto, la libertà di pensiero". Lo stop è di Aziz Chergui Ouadeh, candidato di Coalizione civica di origine marocchina, che boccia così la proposta. "Mi sento in dovere di rispondere all'insulto, non potrei definirlo diversamente, che Bosco, candidato della Lega Nord, ha lanciato nei confronti della comunità islamica di Bologna- fa sapere Ouadeh- Quelle che lui chiama ''caserme dell'odio'' non hanno nulla a che fare con le moschee: prima di sentenziare sarebbe più corretto informarsi". La preghiera, sottolinea il candidato di Coalizione, "è solo una delle attività che si svolgono al loro interno, si organizzano anche iniziative di carattere culturale e interreligioso: non si coltiva assolutamente alcun tipo di ''odio'' ma si costruiscono le basi di una societa'' multiculturale aperta al dialogo".

Da parte sua, Amedeo Bianchi, consigliere ex Pd al San Vitale candidato in Consiglio con "Bologna viva", invita Bosso nella moschea cittadina già visitata anche dall'arcivescovo  Zuppi. "Ho letto che i luoghi di culto islamici presenti a Bologna ''non favoriscono l'integrazione''- risponde Bianchi in una nota- La invito in via Ranzani, presso la moschea Pendimi, dove vi è una concreta volontà e sono compiuti atti quotidiani, che favoriscono l'integrazione, il dialogo e la reciproca fiducia. L'ultimo sabato di maggio, saremo ancora insieme, cittadini attivi, per il bene del territorio. La invito a partecipare, con gioia".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

(Agenzia Dire)
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incendio in via Sant'Isaia, morta una giovane donna

  • Covid, nuovo focolaio corriere Tnt: chiuso il magazzino, test per tutti i lavoratori della logistica

  • Coronavirus, aumentano i contagi in regione: + 71. Donini alle aziende: "Fate screening"

  • Coronavirus Emilia-Romagna: altri 47 casi, metà a Bologna e 11 sintomatici

  • Dimesso dall'ospedale, torna e aggredisce operatore con calci e pugni

  • Coronavirus Emilia Romagna, bollettino 10 luglio: focolaio impresa di logistica, +36 casi a Bologna

Torna su
BolognaToday è in caricamento