Europee, oggi si vota: urne aperte fino alle 23

Oggi 26 maggio si vota per il rinnovo del Parlamento europeo. I seggi a Bologna, come in tutta Italia, rimarranno aperti dalle 7 alle 23. Sono sospesi i provvedimenti relativi alla Zona a Traffico Limitato

Oggi, domenica 26 maggio 2019 si è votato per il rinnovo del Parlamento europeo. I seggi a Bologna, come in tutta Italia, sono stati aperti dalle 7 alle 23. Il totale degli aventi diritto nel Comune di Bologna era 303.108, di cui 142.798 maschi e 160.310 femmine a cui si aggiungono 756 elettori comunitari iscritti per le Elezioni del Parlamento Europeo 2019, di cui 234 maschi e 522 femmine.

Buona l'affluenza alle urne nel bolognese, dove si è recato alle urne 67,84% degii aventi diritto. (Alle ore 19 aveva votato il 55,73 degli aventi diritto (contro il 53,33% delle elezioni del 2014) mentre alle ore 12.00  il 20,92%). 

Elezioni Europee,i candidati della circoscrizione Nord Est

Elezioni europee 2019, i programmi dei partiti

Oggi NO ZTL. Per oggi, domenica 26 maggio, per facilitare gli spostamenti veicolari, sono sospesi i provvedimenti relativi alla Zona a Traffico Limitato. Restano in vigore i provvedimenti di limitazione relativi ai Tdays (compresi quelli che riguardano via de' Falegnami e Strada Maggiore), zona Università e piazza San Francesco. 

Elezioni Europee: come si vota 

Per votare è necessario essere in possesso della tessera elettorale personale insieme alla carta d'identità cartacea/elettronica o altro documento di identificazione rilasciato dalla Pubblica Amministrazione.  Nel caso tutti gli spazi della scheda elettorale fossero esauriti, occorre rinnovare la tessera. È possibile farlo presentandosi all'Ufficio Elettorale da lunedì a venerdì dalle 8.30 alle 13, martedì e giovedì anche nel pomeriggio dalle 15 alle 16.30 (come rinnovare la tessera elettorale Bologna). Elezioni Europee, aperture straordinarie degli uffici per la tessera elettorale

Il voto di lista si esprime tracciando sulla scheda, con la matita copiativa che vi verrà consegnata al seggio, un segno X sul contrassegno corrispondente alla lista prescelta. Si possono esprimere fino a tre preferenze per candidati della stessa lista. Nel caso si esprimano tre preferenze, queste devono riguardare candidati di sesso diverso pena l'annullamento.
Gli elettori italiani che risiedono negli altri Stati membri dell’Unione europea e che non intendono votare per i membri dello Stato ove risiedono, possono votare per l’elezione dei membri del Parlamento europeo spettanti all’Italia, presso le sezioni elettorali appositamente istituite nel territorio dei Paesi stessi presso i consolati d’Italia, gli istituti di cultura, le scuole italiane e gli altri locali messi a disposizione dagli Stati membri dell’Unione.

Elezioni Europee 2019:  la scheda

Gli elettori riceveranno una scheda, di colore diverso a seconda della circoscrizione elettorale nelle cui sono iscritti:

- grigio, per l'Italia nord-occidentale (Piemonte, Valle d'Aosta, Liguria, Lombardia)

- marrone, per l'Italia nord-orientale (Veneto, Trentino-Alto Adige, Friuli-Venezia Giulia, Emilia Romagna)

- rosso, per l'Italia centrale (Toscana, Umbria, Marche, Lazio)

- arancione, per l'Italia meridionale (Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria)

- rosa, per l'Italia insulare (Sicilia, Sardegna).

Europee: fac simile scheda marrone e quando il voto è valido o nullo

Dal Nazionale, tutte e info

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Grave lutto per Cesare Cremonini: morto il papà Giovanni

  • Lutto all'Alma Mater: morto a 94 anni Alfonso Traina, professore emerito, filologo e latinista

  • Funerale Giovanni Cremonini, in centinaia per l'ultimo saluto al babbo di Cesare

  • Castel San Pietro, litigi frequenti nel bar mal frequentato: giù le serrande per 7 giorni

  • Piazzola sospesa per due giorni, gli ambulanti protestano

  • Incidente a Budrio: schianto tra auto alla Riccardina

Torna su
BolognaToday è in caricamento