Elezioni a Loiano, Morganti si decide: "Mi candido per superare le divisioni passate"

Il 26 maggio si vota per le Amministrative anche a Loiano dove la lista "Loiano Futura" candida il 61enne Fabrizio Morganti: "Una lista civica che si è posta fin da subito l'obiettivo di unire il paese superando le divisioni passate per creare un ambiente inclusivo"

Fabrizio Morganti, candidato a Loiano

A Loiano un nuovo candidato alle elezioni comunali del 26 maggio: è fresco infatti l'annuncio di Fabrizio Morganti, che sfida Danilo Zappaterra alle amministrative del comune bolognese (sono 46 i comuni chiamati al voto nel bolognese). Uno sguardo alla sua lista, supportata anche da Corrado Bartolomei, che ha avuto esperienze come consigliere di quartiere a Bologna in formazioni del centrodestra. 

Chi è Fabrizio Morganti? «Sono nato a Morrovalle (Macerata) 61 anni fa. Mi sono trasferito a Bologna 30 anni orsono e vivo a Loiano da 26 anni. Sono sposato con Christine, interprete di conferenza, e abbiamo due figli: Marco di 26, ingegnere, che lavora in Germania e Luca di 24 anni che sta terminando l'università a Bolzano. Nella mia vita professionale ho sempre lavorato in una Associazione di categoria dell'artigianato e delle piccole imprese svolgendo diversi ruoli, da direttore cooperativa per finanziamenti agevolati a responsabile di sede CNA tra le quali quella del Centro Storico di Bologna e Sasso Marconi. Da tre anni ho aperto insieme ad altre colleghe uno studio a Loiano sempre di servizi per le imprese. Ho avuto esperienze di amministratore sempre e solo a livello locale sia a Morrovalle che ha Loiano (capogruppo consiliare con la giunta di Romano Nascetti e assessore al Bilancio ed alle attività produttive con la giunta di Diana Colazzo) Sono stato segretario del partito democratico di Loiano negli ultimi tre anni».

Candidati a Loiano: l'intervista a Danilo Zappaterra

Morganti, ha deciso di candidarsi a poche settimane dalle elezioni: come è maturata la decisione di proporsi come prossimo sindaco di Loiano? «Sicuramente c'è stato un ritardo iniziale, poi all'interno della lista civica si è sviluppato un lungo confronto sul programma che ha visto la partecipazione anche di tante persone non presenti in lista, la mia candidatura è emersa nella fase finale di stesura del programma stesso».

La lista "Loiano Futura": ce la racconta in poche parole? Quali sono i valori e i concetti chiave del vostro programma elettorale? Quali le persone? 

«Loiano Futura è una lista civica che si è posta fin da subito l'obiettivo di unire il paese superando le divisioni passate per creare un ambiente inclusivo dove tutti possano ritrovare la voglia di partecipare. Il programma è ambizioso ma assolutamente attuabile e dovrà far emergere le tante potenzialità (territorio appenninico incantevole per l'80% utilizzato per produzioni biologiche, paese caratteristico, strutture sportive all'avanguardia) inespresse della nostra comunità, prefigurando come sarà la Loiano del Futuro. La lista civica è rappresentata oltre me da 11 indipendenti e Corrado Bartolomei che ha avuto esperienze come consigliere di quartiere a Bologna in formazioni del centrodestra. Alcuni componenti della lista: Luca Ladinetti  architetto, Laura Menetti imprenditrice, Michele Buganè Agricoltore, Marino Mattei Presidente Centro Sociale Quinzano».

Ci sono delle critiche o delle considerazioni che farebbe nei confronti dell'amministrazione uscente?  «Riguardo alla amministrazione uscente la critica maggiore che si può imputare è quella di non essere riuscita ad avere un rapporto costante con la cittadinanza che permettesse sia ascoltarne le esigenze sia di informare la stessa sull'attività fatta».

Quali le prime cose che farebbe da sindaco?

«Lavorare innanzi tutto sul ricreare un rapporto costante con i cittadini, con le associazioni e con le frazioni, passo indispensabile se si vuole vedere realizzati gli obiettivi del programma. Perché come recita il nostro slogan "Non chiedere cosa può fare il tuo paese per te chiedi cosa puoi fare tu per il tuo paese" (J.F.Kennedy) è necessario il contributo di tutti. Altra cosa urgente è una verifica della rete stradale comunale per poter intervenire nelle situazioni dove si può fare prevenzione dei dissesti. Inoltre è importante avere una mappatura dei nuclei familiari in difficoltà economiche e degli anziani soli perchè una comunità deve essere solidale e non indifferente ai suoi cittadini in difficoltà».

Cosa le chiede la gente da quando si è saputo che si candiderà?

«Le richieste sono molte ed investono molti punti del programma, soprattutto però chiedono di poter avere interlocutori a livello comunale nel momento in cui si manifestano delle esigenze».

E' appoggiato da Bartolomei: cosa condividete? 

«Condividiamo gli obiettivi di un programma amministrativo del comune di Loiano».

Elezioni comunali 2019, i candidati intervistati

Argelato: Claudia Muzic 

San Lazzaro di Savena: Isabella Conti

San Lazzaro di Savena: Luciano Tentoni

San Lazzaro di Savena: Carmine Campitelli

Fontanelice: Fabio Morotti

Loiano: Danilo Zappaterra

Molinella: Dario Mantovani

Casalecchio di Reno: Massimo Bosso

Potrebbe interessarti

  • Eclissi di luna: cosa vedremo e come fotografarla

  • Nuove tariffe bus Tper: il biglietto passa a 1 euro e 50, il citypass aumenta di 2 euro

  • Downburst: un fenomeno pericoloso e sempre più frequente

  • SuperEnalotto: colpo da 50mila euro a San Lazzaro, sfiorato il jackpot più alto della storia

I più letti della settimana

  • Vicolo Facchini: 33enne trovato morto in strada, sospetta overdose

  • Eclissi di luna: cosa vedremo e come fotografarla

  • Morta a 29 anni dopo incidente a Londra, raccolta fondi per la famiglia

  • Incendio alla Coop di Sasso Marconi: appiccato il fuoco in quattro punti diversi

  • Allerta meteo, arriva incursione fredda: rischio temporali e grandine

  • Incidente fatale: scontro tra auto, morto un 20enne

Torna su
BolognaToday è in caricamento