Sanità, l'assessore: "Con Flat Tax servizio sanitario non regge"

E' lapidario il giudizio di Sergio Venturi, assessore alla Sanita' della Regione Emilia-Romagna, intervenuto oggi al congresso regionale dell'Anaao a Bologna

Il servizio sanitario nazionale "non sta in piedi" con la flat tax. E' lapidario il giudizio di Sergio Venturi, assessore alla Sanita' della Regione Emilia-Romagna, intervenuto oggi al congresso regionale dell'Anaao a Bologna.

"Il sistema sanitario si regge sulla fiscalità generale- sottolinea Venturi- con una tassazione unica, non sta in piedi. Dove li prendiamo i soldi che mancano?". Poi aggiunge: "La soluzione però non è accelerare sull'autonomia regionale per tenerci prima i soldi, perché con la flat tax ce ne teniamo comunque di meno".

Il finanziamento del servizio sanitario nazionale sarà dunque uno dei temi caldi dei prossimi mesi. "Non ho ancora incontrato il nuovo ministro Giulia Grillo- dice a questo proposito Venturi- mi sono solo trovato con lei in occasione di una tavola rotonda e mi e' sembrata una persona ragionevole.

In cinque anni si è sempre occupata di sanità, all'inizio aveva assunto due o tre posizioni su Stamina e sui vaccini di cui forse in seguito si è vergognata anche lei. Ma sono passati quattro anni, oggi non conta". L'assessore assicura che "tolti alcuni ministri, pochi, non abbiamo pregiudizi verso il nuovo Governo. E sul ministro Grillo non ne ho, anche perché sulla sanità un modo ragionevole di intendersi per difendere il servizio sanitario nazionale alla fine si trova sempre".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si dice preoccupato invece Carlo Palermo, vicepresidente nazionale dell'Anaao. "Non si è mai visto un sistema di tassazione unico che non vada a incidere, dal punto di vista della tenuta finanziaria, sui diritti sociali come il servizio sanitario nazionale- afferma- e anche l'autonomia regionale ci preoccupa, perché non vorremmo che si innescassero altre disuguaglianze tra le Regioni, differenze che sono già la cifra attuale del sistema". (San/ Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid -19: dove e come fare il test sierologico a Bologna

  • Pianoro, tragico incidente lungo la Futa: morto un giovane motociclista

  • Coronavirus, bollettino 29 maggio Bologna e provincia: la situazione comune per comune

  • Riaprono i confini, controlli serrati in autostrada: maxi-sequestro di Vespe rubate in A1

  • Tragedia a Loiano: travolto da un tronco, muore a 43 anni

  • Coronavirus, bollettino Emilia-Romagna: +38 casi, 24 trovati tramite screening

Torna su
BolognaToday è in caricamento