Primarie centro-sinistra: le informazioni, i candidati, i programmi

Pochi giorni al voto che deciderà il candidato per la coalizione del centro-sinistra che correrà per la carica di Presidente del Consiglio alle elezioni politiche 2013

Primarie in dirittura d’arrivo. Presumibilmente già dalla sera di domenica 25 novembre si saprà quale tra i cinque candidati della coalizione di centro-sinistra si batterà alle elezioni politiche del 2013. Al voto i maggiorenni dalle ore 8 alle ore 20, con eventuale ballottaggio, nel caso in cui nessuno raggiunga il 50% dei voti più uno, il 2 dicembre.

Si voterà dalle ore 8 alle ore 20. L’eventuale ballottaggio, nel caso in cui nessuno dei candidati raggiunga il 50% dei voti più uno, sarà il 2 dicembre. Potranno votare i maggiorenni e tra il 4 e il 25 novembre, ci si può iscrivere a un albo degli elettori, pagando una quota minima di 2 euro. Si riceverà così il certificato di elettore, che andrà presentato al seggio con tessera elettorale e carta d’identità. Gli uffici saranno aperti anche il giorno del voto.

VOTO FUORISEDE. Entro il 20 novembre i fuorisede dovranno recarsi in uno degli uffici elettorali territoriali e registrarsi come fuorisede, contestualmente ritireranno il certificato elettorale. Il 25 novembre voteranno presso il seggio dell’ufficio elettorale in cui si è effettuata la registrazione. E’ possibile anche presentare domanda entro il 23 novembre alle ore 17, inviando un’e-mail all’indirizzo bologna@primarieitaliabenecomune.it o inviando un fax allo 051 5285970, al Coordinamento provinciale di Bologna, indicando l’indirizzo presso dove ci si troverà il 25 novembre (allegando alla domanda la carta d’identità). Entro il 24 novembre, verrà comunicato il seggio più vicino per l’esercizio del voto. Cinque i candidati per cinque idee; cerchiamo di conoscerli più da vicino, con uno sguardo ai loro programmi (in  ordine alfabetico).

PIERLUIGI BERSANI. 61 ani, nato a Bettola (Pc), sposato con due figlie. Segretario del Partito Democratico dall’ottobre 2009, ha guidato la Regione Emilia Romagna dal 1993 al 1996. Ha ricoperto le cariche di Ministro dell’Industria, dei Trasporti e dello Sviluppo Economico. Il leader del partito che ha creato le primarie propone un programma in cui l'attenzione al mondo lavoro e dell'istruzione, l'uguaglianza e lo sviluppo sostenibile sono centrali in quanto "nodo per una svolta reale.“ Bersani concluderà la campagna elettorale al Paladozza di Bologna il 23 novembre.

LAURA PUPPATO. Consigliera della Regione Veneto, 55 anni. Nata a Crocetta del Montello (Tv),  sposata con due figli. E’ stata sindaco di Montebelluna (Tv) dal 2002 al 2011. L'unica donna candidata non poteva non puntare tutto, o quasi, sulla scuola: “Il miglior investimento sui nostri figli e per il futuro di un Paese".  La consigliera propone anche una riforma della politica che prevede molti tagli ai costi.

MATTEO RENZI. Sindaco di Firenze dal 2009, nato a Firenze nel 1975, sposato con tre figli. E’ stato Presidente provinciale dal 2004 al 2009. Ha fatto del ricambio generazionale il suo cavallo di battaglia, propone un'idea di paese orientata al futuro e fa della trasparenza e della semplificazione i suoi punti di forza. Per far diventare l'Italia una nazione al passo con i tempi il candidato si pone l'obiettivo di garantire un'istruzione di qualità ad un numero più ampio rispetto a quello odierno e di incentivare l'occupazione dei giovani, delle donne e degli over 55. Renzi concluderà la campagna elettorale al teatro Galliera il 22 novembre.

BRUNO TABACCI. Nato a Quistello (Mn), 66 anni, sposato con due figli. Dopo diversi incarichi locali, è stato alla direzione del Ministero dell’Industria ed è stato Ministro del Tesoro. Dal 2011 è Assessore al Bilancio di Milano. Si candida con la lista “Italia concreta” che punta su un rinnovamento etico e una rivoluzione morale. "L’Italia oggi è un Paese alla rovescia - si legge nel suo manifesto politico: la scuola non è per gli studenti ma per i professori, la sanità non è per i malati ma per i baroni universitari, la giustizia non è in funzione dei cittadini ma degli avvocati e dei magistrati. Improvvisamente dovremmo introdurre una rivoluzione di pensiero".

NICHI VENDOLA. Nato a Bari nel 1958. Presidente di Sinistra Ecologia e Libertà. Governatore della Regione Puglia dal 2005, è stato deputato di Rifondazione Comunista e tra i fondatori dell’Arcigay. Tra i punti del programma, i diritti degli omosessuali e delle coppie di fatto siano gli stessi di quelle sposate. Punta molto anche sull'ambiente e sulle energie rinnovabili. La diffusione di quest'ultime avrebbe il merito di contribuire a trasformare l’Italia in un paese libero dal ricatto – politico, oltre che economico.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il figlio di Vasco Rossi Lorenzo si è sposato: tutta la felicità in una foto

  • Cerca di fuggire dalla gazzella dei carabinieri con l'apecar: è ubriaco

  • Grave lutto per Cesare Cremonini: morto il papà Giovanni

  • Tre appartamenti all'asta in via Amendola: il bando Invimit scade il 20

  • Incidente in via del Gomito, morto ciclista di 25 anni

  • Il figlio di Vasco Rossi oggi dice "sì": matrimonio a Crespellano per Lorenzo Rossi Sturani

Torna su
BolognaToday è in caricamento