Carabiniere investito, Borgonzoni: "Far West, e il governo pensa a smantellare i decreti sicurezza"

Salvini: "Maledetti delinquenti. La Lega è dalla loro parte. Il governo da che parte sta?"

"Scene da far west nella notte. Banditi in fuga e un carabiniere investito. Seguiamo con apprensione le notizie sulle condizioni del militare, a cui va tutta la nostra vicinanza e l'augurio di una pronta guarigione". Lo scrive la senatrice leghista Lucia Borgonzoni a commento dell'investimento nell'imolese di un Carabiniere a parte di un'auto in fuga dopo una spaccata in Romagna.

"Sorprende che mentre in Emilia-Romagna accadono episodi come questo - continua la leghista - a cui si aggiungono, in tutto il Paese, aggressioni a forze dell'ordine, rivolte contro gli agenti nelle carceri e allarmanti notizie di cronaca nera, il governo pensi a smantellare i decreti sicurezza, che hanno potenziato gli strumenti contro il crimine e hanno fornito più tutele alle forze dell'ordine - e conclude - un paradosso che impediremo con tutte le nostre forze, anche per rispetto a donne e uomini in divisa che rischiano la vita per difendere i cittadini". 

"Un grande augurio di pronta guarigione al Carabiniere investito questa notte, a Mordano, da un’auto che ha forzato un posto di blocco e con a bordo quattro sospettati di una spaccata nella vicina Lugo- dichiara Anna Maria Bernini, presidente dei senatori di Forza Italia - il nostro pensiero di immensa gratitudine va a tutte le nostre Forze dell’Ordine, sempre in prima linea per il contrasto alla criminalità, che quotidianamente mettono la propria vita al servizio del bene comune. Auspico che i malviventi siano presto individuati e consegnati alla giustizia. Di fronte a fatti di tale gravità uno Stato di diritto ha il dovere di garantire la certezza della pena". 

Sul caso è intervenuto anche il leader del Carroccio Matteo Salvini: "l mio pensiero al Carabiniere investito da questi maledetti delinquenti e ora grave in ospedale - e come Borgonzoni - mentre il governo è impegnato a smontare i Decreti sicurezza e a mandare a casa i carcerati, una banda di delinquenti tenta una spaccata e poi investe un carabiniere che ora è grave in ospedale. Solidarietà e riconoscenza all’Arma e a tutte le Forze dell’Ordine. La Lega è dalla loro parte. Il governo da che parte sta?”.

“Pene severe per chi offende e compie violenza contro gli uomini e le donne in divisa. La mia più profonda solidarietà e riconoscenza per il Carabiniere ferito, nella notte a Mordano, da un commando di rapinatori in fuga dopo un tentativo di spaccata fatta a Lugo”. Così il consigliere regionale della Lega, l'imolese Daniele Marchetti, che ribadisce il suo apprezzamento per le forze dell'ordine “vero orgoglio italiano perché tutti i giorni lottate con coraggio, ma soprattutto senza paura contro le avversità, i soprusi, le angherie e l'iniquità sociale difendendo la gente e l'onestà. A voi va il mio ringraziamento, ma anche l'affetto e la stima delle centinaia di migliaia di emiliano-romagnoli che lodano il vostro lavoro”. “Ora auguriamoci che, grazie alle indagini degli inquirenti questi delinquenti possano essere assicurati alla giustizia e vengano condannati a pene severe” conclude.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 4 borghi medievali più belli nella provincia di Bologna

  • Dai colli al centro città, i sette parchi più belli di Bologna

  • Basilica di San Petronio, la chiesa più grande di Bologna: 7 cose da sapere

  • Prezzi case a Bologna: la mappa zona per zona

  • Covid, nuovo focolaio corriere Tnt: chiuso il magazzino, test per tutti i lavoratori della logistica

  • No malattia lavoratori di Medicina, il sindaco: "Poca attenzione del Governo"

Torna su
BolognaToday è in caricamento