Assessore Lepore: 'Làbas alla Staveco? Sgombero grandissimo errore'

L'assessore interviene pubblicamente con un lungo post su Facebook, ma renziani e centristi si fanno sentire

"Intervengo ora pubblicamente, nonostante in privato abbia risposto alle tante persone che mi hanno scritto". A scriverlo sul suo profilo Facebook è l'assessore Matteo Lepore che conferma l'incontro con un esponente di Làbas nei giorni scorsi "proponendo di ragionare insieme attorno a un progetto di ampio respiro per la città, una proposta. L’ho fatto senza sapere dello sgombero che da lì a poco sarebbe avvenuto (confermo anche questo) consapevole però che non ci sarebbe stata alcuna possibilità di trattativa ulteriore con la Cassa Depositi e Prestiti, dunque, per stabilizzare Làbas in quel luogo. Cosa che ho riferito al mio interlocutore"....

PROPOSTA STAVECO. "Bologna ha tra le mani una grande opportunità, unica in Italia per dimensioni e stato di attuazione, rappresentata dalle aree militari dismesse" continua Lepore "tra queste la più bella e avvincente, a mio parere, è la Staveco. Un’area di circa 90 mila metri, circa 47 mila edificati, destinata prevalentemente a usi sociali (85%) proprio in virtù degli accordi sottoscritti dal Comune" e che "a settembre passerà dalla proprietà del Demanio al Fondo Invimit; fondo già interpellato dal Sindaco e disponibile ad un percorso. Io stesso ho svolto due sopralluoghi insieme a un gruppo di tecnici e alla mia collega all’urbanistica Valentina Orioli. Invimit dovrà avviare le pratiche per la riprogettazione dell’area dopo il ritiro da parte dell’Università da un’ipotesi emersa nello scorso mandato. Insieme al Comune e alla città, dovrà impostare gli usi definitivi per un progetto di grande rilievo, a mio parere da dedicare al futuro di Bologna cioè ai giovani e all’ambiente. Nel frattempo ecco quindi che abbiamo un’occasione unica e difficile allo stesso tempo: aprire i portoni di quella Caserma, darle nuova vita insieme. Rigenerarne la parte più immediatamente vicina ai viali, riadattarne i contenitori per usi temporanei dedicandoli alla comunità. Dibattiamone pubblicamente, ma partiamo" scrive specificando che dello sgomero imminente non era a conoscenza e "che continuo a considerare un grandissimo errore".

La proposta di Lepore trova opposizione a stretto giro di post. Anche la portavoce nazionale di Ap Valentina Castaldini affida a Facebook la sua contrarietà: "E' un'area dove chi fa politica seriamente potrebbe mettere in piedi progetti entusiasmanti e innovativi. Invece no, il sindaco Merola per bocca di un suo assessore decide, per espiare il peccato di far rispettare le regole e di tornare al '77, decide il giorno dopo aver sgomberato Labas di regalare ai 'poveri' occupanti dal 2012 e di far conquistare (parole dell'assessore) Staveco".

La consigliera comunale Pd Raffaella Santi Casali. "Leggo allibita di una estemporanea proposta di trasferire Labas alla Staveco- scrive sul suo profilo- Credo che la destinazione e l'utilizzo di un'area tanto vasta e strategica non si possano decidere in modo improvvisato su Facebook, ma coinvolgendo il quartiere, il Consiglio comunale e tutte le realtà della città, alcune delle quali, peraltro, da tempo hanno fatto preposte serie e non certo speculative in proposito".
E ancora: "In una città giusta democratica e di sinistra gli spazi si assegnano con bandi trasparenti senza favoritismi e premiando chi rispetta leggi e regole".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non solo massaggi al centro estetico: blitz dei Carabinieri a Pianoro

  • Gianni Morandi racconta il dolore per la perdita della figlia

  • Morto in solitudine, gli amici si mobilitano per trovare i parenti: "Ivan se lo meritava"

  • 130 kg di droga sequestrati, raffica di arresti: base logistica a Castel Maggiore

  • Bolognina, chuso forno in via Tibaldi

  • Corticella: perde conoscenza sul bus 27, poi gli insulti e le minacce

Torna su
BolognaToday è in caricamento