Un Nettuno con la molletta al naso: così Coalizione Civica chiede di cambiare l'aria

Ecco il primo manifesto della campagna elettorale per le prossime comunali di Bologna: nell'immagine una statua del Nettuno con un ciappetto al naso. Aria irrespirabile? Il senso dell'immagine spiegato da chi l'ha creata

Siamo ufficialmente entrati in campagna elettorale. Lo conferma la comparsa dei primi manifesti elettorali, quelli di Coalizione Civica: cartelloni un la raffigurazione di un possente Nettuno con la molletta (o meglio, un ciappetto) al naso, a far intendere che c'è bisogno di respirare un'aria diversa. 

E' Orione Lambri, direttore cretivo dell'agenzia "Lance Libere", a spiegare come è nata questa idea: "Intanto questi sono i primi manifesti elettorali per le prossime elezioni e per il momento sono stati affissi in via Massarenti, Triumvirato, Gagarin e Stalingrado. La lista civica parte da Sinistra e il concept che si vuole esprimere è legato alla necessità di respirare aria pulita, come facilmente deducibile. Il pay-off della campagna è Bologna di nuovo, ovvero un'altra volta Bologna (quella di una volta, degli anni '70 con i bus gratis, quella in cui sono stati inventati gli asili nido...), ma anche tutta di nuovo e quindi la vogli adi togliere la molletta dal naso del Nettuno". 

L’Associazione "Coalizione Civica" nasce a sinistra del Partito Democratico ed è definita dai fondatori come uno strumento per diventare operativi nella campagna elettorale e "sarà la sede nella quale si deciderà la candidatura a Sindaco e le candidature per il Consiglio Comunale e per i Consigli di Quartiere".

Questo l'appello dell'associazione ai bolognesi: "...il tempo corre veloce verso le prossime elezioni amministrative. Le vicende che hanno segnato in modo così forte la vita cittadina nelle ultime settimane hanno mostrato in  modo ancora più evidente come l’amministrazione comunale sia allo sbando. All’esterno si muovono in modo pericoloso poteri che non rispondono agli organismi eletti democraticamente dai cittadini e hanno di fatto commissariato la politica su alcuni temi cruciali. All’interno la scena è dominata da un partito di maggioranza dilaniato da una guerra per bande e ormai definitivamente orientato verso politiche di matrice neo-liberista. Un partito che ha perso la propria anima, se mai ne ha avuta una. Un partito che cerca di recuperare il consenso perduto con goffe e strumentali operazioni di facciata".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: fermato treno a San Ruffillo. Era un falso allarme

  • Coronavirus, sotto osservazione due persone in Emilia: le analisi al Sant'Orsola

  • Coronavirus: in Emilia Romagna chiuse scuole, asili e luoghi di cultura. Stop a eventi e manifestazioni

  • Coronavirus, due nuovi casi a Modena e uno a Piacenza. In Emilia-Romagna 26 in totale. Venturi: "Proporremo nostra metodica alle altre Regioni"

  • Coronavirus, il sindacato scuola: "Sospendere attività fino all'8 marzo"

  • Coronavirus: riminese ricoverato, aveva volato dal Marconi. Positivo anche un altro passeggero dello stesso volo

Torna su
BolognaToday è in caricamento