Ospedale Vergato, FI: "La nuova chirurgia maxillo facciale non sia solo campagna elettorale"

Bignami: "Valutare riapertura reparti chiusi"

Dal 17 ottobre 2018 operano nell’ospedale di Vergato un chirurgo maxillo facciale e un chirurgo plastico entrambi dell’Ospedale Bellaria, per patologie traumatiche, mal formative, dismorfiche e oncologiche del massimo facciale e del cavo orale, neoformazioni cutanee del volto, patologie infiammatorie dei mascellari o semplici sinusiti, sia in età adulta che pediatrica.

“Una novità alla quale indubbiamente guardiamo con cauta soddisfazione – spiega il deputato di Forza Italia Galeazzo Bignami -. Auspichiamo nel contempo che non si tratti solo di uno spot elettorale. Negli ultimi 10 anni l’ospedale di Vergato ha conosciuto depotenziamenti e chiusure di reparti come chirurgia generale e, di recente, ortopedia. Tutto ciò senza alcun confronto preventivo con la cittadinanza. Inoltre da tempo l’ultimo piano dell’ospedale sarebbe completamente vuoto mentre il secondo risulterebbe ancora notevolmente depotenziato”.

“Bene allora la chirurgia maxillo facciale – conclude Bignami -, ma ci aspettiamo risposte definitive dalla Regione Emilia Romagna che deve dire quale sia il reale progetto per questo ospedale e soprattutto se intenda riconsiderare le scelte finora effettuate che hanno portato al depotenziamento del nosocomio, valutando la riapertura dei reparti chiusi, e quindi persi, negli ultimi anni”.

Potrebbe interessarti

  • La mappa degli outlet a Bologna: dove fare ottimi affari

  • Accadde oggi: il 24 giugno crollò la Rupe di Sasso

  • SuperEnalotto, in Emilia sfiorato jackpot più alto del mondo

I più letti della settimana

  • Possibili temporali in arrivo, diramato bollettino di allerta dalla protezione civile

  • Aeroporto, volo Bologna-Kos, passeggeri: "A terra da 12 ore come ostaggi virtuali"

  • Maltempo, grandine in provincia: strade chiuse, auto distrutte e finestre in frantumi

  • Incendio in via Casoni: fiamme nella ex fabbrica officine Casaralta

  • Maltempo e grandine: "crivellate" le finestre di via Natali e via Weber

  • Accadde oggi: il 24 giugno crollò la Rupe di Sasso

Torna su
BolognaToday è in caricamento