Persiceto: Città metropolitana e governo finanziano il progetto "alt stazione"

Dichiarazione del Partito Democratico di San Giovanni in Persiceto

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BolognaToday

È stata firmata lunedì 6 marzo a Roma la Convenzione tra Presidenza del Consiglio dei Ministri e Città metropolitana di Bologna riguardante il piano nazionale per le periferie. Si tratta di un passaggio importantissimo per il territorio di San Giovanni in Persiceto. E' stato infatti finanziato con oltre 2 milioni 970 mila euro il progetto della riqualificazione della stazione ferroviaria. Nel 2011, durante il primo mandato di Renato Mazzuca, il nostro Comune ha infatti partecipato al bando emesso dalla Regione Emilia Romagna per finanziare concorsi di architettura finalizzati alla riqualificazione urbana. Il progetto presentato ha individuato come area di intervento quella della stazione ferroviaria. Il programma di riqualificazione interessa in particolare il piazzale antistante la stazione ferroviaria e l'edificio in disuso ex "Arte Meccanica", divenuto di proprietà comunale. Gli obiettivi della riqualificazione sono molteplici: mettere ordine nel piazzale della stazione; valutare l'eventuale dislocazione di nuovi servizi pubblici nell'area in questione; dare nuova vita ad edifici in disuso aprendo nuovi spazi per la cittadinanza al fine di renderli punti di riferimento urbani su due importanti percorsi extra-urbani, quello ferroviario e quello ciclopedonale. Si tratta di un grande risultato per la nostra comunità, merito dei tanti amministratori PD che in questi anni hanno lavorato alacremente. Ci teniamo, in particolare, a ringraziare Irene Priolo, che l'anno scorso in qualità di assessore metropolitano alle infrastrutture ha seguito il bando e contribuito al raggiungimento di questo obiettivo per il nostro territorio comunale.

Torna su
BolognaToday è in caricamento