Primarie Partito Democratico il 3 marzo 2019: cosa c'è da sapere

Domenica 3 marzo, dalle 8 alle 20, si voterà per eleggere il nuovo segretario del Partito Democratico. Tutte le info

Domenica 3 marzo 2019, dalle ore 8:00 alle ore 20:00, si voterà per eleggere il nuovo segretario del Partito Democratico, attravero le primarie che avranno come protagonisti Nicola Zingaretti, Maurizio Martina e Roberto Giachetti con Anna Ascani, ovvero i candidati più votati dagli iscritti al Partito Democratico nei circoli pd durante la prima fase del Congresso. 

I candidati

Chi è Roberto Giachetti. Romano, 58 anni, membro del Partito Democratico e del Partito Radicale Transnazionale, ha una lunga storia di militanza politica. Già capo di gabinetto di Francesco Rutelli sindaco di Roma, segue Rutelli nei Democratici e poi nella Margherita con cui viene eletto per la prima volta alla Camera dei Deputati. Viene confermato alle elezioni politiche del 2006 nelle liste dell'Ulivo e alle elezioni politiche del 2008 nelle liste del Partito Democratico dove entra come sostenitore di Walter Veltroni. Nel 2016 ha perso al ballottaggio la sfida con Virginia Raggi per l'elezione a sindaco di Roma. 

Chi è Anna Ascani. 32 anni, nata a Città di Castello (Pg), laureata in filosofia, nel 2006, a 18 anni, è la candidata più giovane al consiglio comunale di Città di Castello con la lista civica "Centro Democratico", nelle primarie del 2007, in è capolista in Umbria nella lista a sostegno di Enrico Letta. Nel 2018 entra nella segreteria regionale e nel 2009 viene eletta nell'Assemblea Regionale del PD. Eletta alla Camera dei deputati alle elezioni politiche del 2013 nella circoscrizione Regione Umbria, risultando eletta. Nel luglio 2017, viene nominata Responsabile del Dipartimento Cultura del Partito Democratico. Alle elezioni politiche del 2018 viene rieletta deputata. Qui la mozione Giachetti-Ascani 

Chi è Maurizio Martina. 41 anni, bergamasco. Ha avuto il compito di traghettare il Partito Democratico dopo le dimissioni da segretario di Matteo Renzi dal 7 luglio al 17 novembre 2018. Perito agrario è stato Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali nei Governi Renzi e Gentiloni. Politicamente cresciuto nella sinistra giovanile e nei Ds è stato Consigliere della Regione Lombardia, oggi deputato, è uno dei promotori della nascita della nuova corrente all'interno del PD Sinistra è cambiamento. Qui la mozione Martina

Chi è Nicola Zingaretti. Presidente della Regione Lazio per due mandati, 54 anni, è stato anche presidente della provincia di Roma. Proviene dalla sinistra del partito, è un ex dirigente dei Democratici di Sinistra (DS). E' appoggiato dal sindaco di Bologna Virginio Merola. Qui la mozione Zingaretti

Chi può votare alle primarie PD

I cittadini iscritti alle liste elettorali, anche se non iscritti al Partito Democratico, gli iscritti al Partito Democratico, i giovani tra i 16 e i 18 anni, i cittadini UE residenti in Italia, i cittadini di Paesi non UE con permesso di soggiorno, 
elettori con diritto di voto all’estero.

Come e dove si vota

L’elettrice/elettore esprime il suo voto tracciando un unico segno su una delle liste di candidati all’Assemblea nazionale.

Si vote nei seggi allestiti in tutta la provincia di Bologna sono decine. Qui i seggi delle primarie

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Laghi a Bologna: dove rinfrescarsi lontani dal caos

  • Incendio in via Sant'Isaia, morta una giovane donna

  • Covid, nuovo focolaio corriere Tnt: chiuso il magazzino, test per tutti i lavoratori della logistica

  • Coronavirus, aumentano i contagi in regione: + 71. Donini alle aziende: "Fate screening"

  • Coronavirus Emilia-Romagna: altri 47 casi, metà a Bologna e 11 sintomatici

  • Dimesso dall'ospedale, torna e aggredisce operatore con calci e pugni

Torna su
BolognaToday è in caricamento