Manovra Monti. Cancellato il ruolo dei Quartieri. Monta la protesta

Il Governo mette in discussione quartieri e suoi presidenti. De Maria: "Il decentramento non è spreco". Ara: "Non stiamo togliendo le ostriche al ristorante del Parlamento"

Daniele Ara in quartiere

La manovra Monti cancella il ruolo dei quartieri. Daniele Ara, presidente del Quartiere Navile commenta: “Siamo sotto shock: si possono rivedere i costi, ma chiedere di svolgere le stesse funzioni a costo zero non è possibile. I quartieri sono piccoli comuni e i cittadini sono abituati a interloquire con noi”. Anche Andrea De Maria, responsabile nazionale Pd Nuove forme di organizzazione e comunicazione politica attacca la decisione del Governo: “Niente di più sbagliato. Il decentramento non è spreco, è democrazia e qualità amministrativa. Questo è particolarmente vero a Bologna, all'avanguardia su questo piano fin dal libro bianco di Giuseppe Dossetti."

DE MARIA. "Bene l'impegno del sindaco di Bologna Merola in sede Anci - prosegue De Maria - perché questo provvedimento cambi e bene le dichiarazioni in questo senso del segretario del Pd di Bologna Donini. Per quanto mi riguarda sosterrò, nelle sedi nazionali e locali del Pd, l'opportunità che, nell'ambito dell'importante azione che il Pd sta promuovendo in Parlamento per migliorare la manovra, si tenga conto anche di un tema che non è affatto secondario, come la difesa del decentramento. Sono convinto che ci siano le condizioni perché su questo punto il Parlamento intervenga positivamente".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

ARA. “Non stiamo togliendo le ostriche dal ristorante del Parlamento o del Senato – ironizza il presidente Ara – e tagliare questi 2.300 euro mensili significa per me dover pensare più al mio lavoro, che nel frattempo ho cercato di far conciliare con la carica. Non posso fare il presidente di quartiere nel tempo libero e il disservizio per i cittadini sarebbe notevole, anche se certo gli italiani hanno problemi più grossi in questo momento”. Intanto a Roma alcuni sindaci italiani hanno parlato con Anci (Associazione Nazionele Comuni Italiani) e sono in trattative per un emendamento.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid -19: dove e come fare il test sierologico a Bologna

  • Pianoro, tragico incidente lungo la Futa: morto un giovane motociclista

  • Coronavirus, bollettino 29 maggio Bologna e provincia: la situazione comune per comune

  • Riaprono i confini, controlli serrati in autostrada: maxi-sequestro di Vespe rubate in A1

  • Tragedia a Loiano: travolto da un tronco, muore a 43 anni

  • Coronavirus, bollettino Emilia-Romagna: +38 casi, 24 trovati tramite screening

Torna su
BolognaToday è in caricamento