Regionali Emilia Romagna, Borgonzoni è la candidata della Lega

Lo ufficializza Matteo Salvini, aggiungendo: "Offriamo possibilità di cambiamento alla politica e ai cittadini con una persona in gamba"

Lucia Borgonzoni è la candidata della Lega alla presidenza della Regione Emilia-Romagna alle prossime elezioni. Lo ufficializza il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, durante la presentazione a Milano Marittima, nel Comune di Cervia in provincia di Ravenna, della festa della Lega Romagna dal 2 al 6 agosto.

"Se gli emiliano-romagnoli sono contenti di quello che la politica di sinistra ha loro offerto in questi decenni possono continuare a votare il Pd. Se pensano a qualcosa di meglio", invece, lascia intendere Salvini ai cronisti. "Ci sono cose che funzionano bene, altre meno. Oggi il Senato dovrebbe approvare la commissione d'inchiesta sulle case famiglia. Spero che sia un caso isolato Bibbiano, anche se temo di no", prosegue Salvini.

Per quanto riguarda la candidatura di Alessandro Meluzzi proposta da Fratelli d'Italia, il vicepremier sottolinea che "se i numeri contano qualcosa, offriamo possibilità di cambiamento alla politica e ai cittadini con una persona assolutamente in gamba che in un anno di governo si è distinta per efficacia e presenza in un settore complesso, molto presidiato dalla sinistra, come quello del cinema e della cultura in generale. Penso che possa ben fare in Emilia-Romagna". La benedizione arriva anche dal sottosegretario alla Giustizia, Jacopo Morrone: Borgonzoni, che sarà presente alla festa della Lega Romagna a Milano Marittima, "dara' filo da torcere". (Dire)

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto a fuoco, morta giovane donna e Porrettana chiusa al traffico per ora

  • Il centro di Bologna diventa il set di "Diabolik": cambia la viabilità

  • Indagine sugli adolescenti bolognesi: l'80% ama la città, ma emergono aspetti 'preoccupanti'

  • Lutto nel mondo della moda, morta Giorgia Mattioli

  • I 10 eventi da non perdere questo weekend

  • Nike chiude la sede di Casalecchio: per 30 dipendenti il trasferimento è l'unica via

Torna su
BolognaToday è in caricamento