Sgombero Xm24, le reazioni della politica, Salvini; 'Ruspe democratiche', Orfini (Pd): 'Fermate questo show'

La mattina di passione in Bolognina diventa tema per la politica nazionale

"Ancora uno sgombero, le ruspe, i blindati. Non può essere questa la soluzione. Si interrompa questo show e riprenda il dialogo". Cosi' su Twitter Matteo Orfini, deputato Pd, in merito allo sgombero del centro sociale Xm24 in corso a Bologna. Il pronunciamento del parlamentare fa da controcanto a quelo di Matteo Salvini, che invece sui social parla di 'democratiche Ruspe' e annota: "La musica è cambiata", rivendicando: "Grazie ai decreti Sicurezza abbiamo previsto interventi più incisivi contro le occupazioni illegali e pene più severe per chi aggredisce le Forze dell'ordine"

Polemiche da sinistra invece, in ambito locale da Coalizione Civica, che ammonisce ironizzando: "Complimenti all'amministrazione per questo insensato atto di forza, che vede anche l'impiego di una ruspa (!), tanto perché sia chiaro l'immaginario di riferimento e quale idea di città abbia vinto, oggi".

Il parlamentare dem eletto a Bologna, Andrea De Maria, invece difende l'operato del comune: "il Comune di Bologna si è mosso "affermando il rispetto della legalità ma provando anche fino all'ultimo il dialogo e a mettere in campo soluzioni alternative. E' nel rispetto delle regole - aggiunge - che si garantisco i diritti di tutti ed in particolare dei ceti sociali più deboli".

Sgombero Xm24, le reazioni della politica nazionale

Nella destra esulta anche Lucia Borgonzoni, candidata alla presidenza dell'Emilia-Romagna per la Lega. Borgonzoni, che è anche consigliera comunale a Palazzo d'Accursio, firma una nota insieme alla sua collega Francesca Scarano: "Si ridà decoro e tranquillità ad una zona che da tempo denuncia e lamenta notti insonni e degrado in tutta la vasta area circostante", scrivono le due esponenti del Carroccio. "Un sentito ringraziamento alle Forze dell'Ordine che hanno subito attacchi ingiuriosi da un collettivo che, protetto dalla Giunta Merola, ha minato la legalità e le regole del vivere civile. Ci auguriamo- concludono- che mai più venga loro concesso alcuno spazio in città".

"A Napoli non si effettuano sgomberi". È perentorio il sindaco Luigi de Magistris parlando di quanto accaduto a Bologna dove e' in corso lo sgombero del centro sociale Xm24. Il primo cittadino di Napoli, intervenendo a margine di una conferenza stampa in Comune, esprime la propria "solidarieta'" al centro sociale ma, intanto, parla dell'esperienza del proprio Comune che ha costruito "un percorso giuridico per rendere meritevoli di tutela sociale, giuridica istituzionale e amministrativa esperienze di autogestione trasformando luoghi di degrado in luoghi di vita". Ma il governo "sta creando le condizioni perche', a livello nazionale, possa accadere quello che accade oggi a Bologna e, ieri, a Roma o a Torino. A Napoli - conclude il sindaco - non passano perche' c'e' l'amministrazione de Magistris ma la resistenza non puo' restare solo una roccaforte. Bisogna passare al contrattacco"

(Red/ Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sente rumori sospetti in casa e spara, ucciso un uomo

  • Lega: "A Bologna party universitario blasfemo, intervenga il Rettore"

  • Scossa di terremoto nella notte, avvertita anche nell'Appennino bolognese

  • Ubriaca sul davanzale, cade giù dal terzo piano

  • E' Natale, a spasso per Bologna: le vetrine più originali

  • Scambia la moglie per un ladro e chiama i Carabinieri

Torna su
BolognaToday è in caricamento