Silvio Berlusconi: a Bologna in novembre per la manifestazione della Lega

«Sono stato invitato, penso che andrò»: queste le parole dell’ex Premier. L’invito al Cavaliere era giunto dal leader del Carroccio Salvini, che invitava il centrodestra a non dividersi in manifestazione diverse durante la stessa giornata

Silvio Berslusoni potrebbe presenziare alla manifestazione nazionale della Lega Nord che si svolgerà il mese prossimo a Bologna. «Sono stato invitato, penso che andrò»: queste le parole dell’ex Premier lasciando la sede del congresso Ppe a Madrid.
L’invito al Cavaliere era giunto dal leader del Carroccio Matteo Salvini, che ricordava che Piazza Maggiore è aperta a tutti e “Forza Italia sbaglia se vuole organizzare lo stesso giorno un suo evento a Firenze. Berlusconi è invitato”.

LA MANIFESTAZIONE L'8 NOVEMBRE. Intanto fervono i preparativi per il raduno. Non arriveranno solo dal nord, ma anche Marche, Abruzzo e ovviamente dall'Emilia-Romagna, i simpatizzanti del Carroccio che si riuniranno a Bologna l'8 novembre, a conclusione di "Blocca Italia", una tre giorni di protesta contro il governo Renzi.  
Tra i problemi denunciati dalla Lega durante la manifestazione c'è lo "Stato ingiusto, un mostruoso apparato burocratico di 1.900 leggi fiscali con un livello complessivo di tassazione su aziende e cittadini superiore al 70%, Tasse", la flat tax "un'aliquota unica al 15% avremo un sistema fiscale più e più semplice. Già applicata in 40 Paesi, con la Flat Tax paghiamo tutti, paghiamo meno!, Invasione, l'abolizione del reato di immigrazione clandestina e la politica del vitto e dell'alloggio gratuiti a spese degli italiani hanno creato caos, illegalità e ingiustizia sociale". Si riparte invece da limiti, legalità e sicurezza: "Ripartiamo Attraverso una politica di limiti e regole certe, respingimenti, difesa delle frontiere, accordi e aiuti economici nei Paesi di origine, torneranno sicurezza e legalità".
Il raduno si preannuncia nel segno della polemica: dal 'patetico voler bloccare l'Italia' (commento del sindaco Merola sulla manifestazione, ndr), alle contro-mobilitazione lanciata dai collettivi per l' 8 novembre.

BERLUSCONI E L'APPOGGIO A BIGNAMI. L'ex presidente del Consiglio era intervenuto nella politica locale qualche settimana fa, quando il capogruppo FI della Regione Emilia-Romagna, Galeazzo Bignami, aveva ufficializzato la sua candidatura a sindaco. L’investitura era arrivata proprio dallo stesso Berlusconi che aveva telefonato nel bel mezzo di un dibattito politico al quale erano intervenuti il presidente FI alla Camera Renato Brunetta e il governatore della Liguria, Giovanni Toti. 
Entrambi avevano ribadito la necessità che il centrodestra corra unito a queste elezioni. In particolare Brunetta aveva invitato Salvini (che ha già lanciato la candidatura a sindaco della cinsigliera comunale del Carroccio Lucia Borgonzoni) a non prendere “derive egemoniche” ricordando che alla Lega, in un’ottica di dialogo “che non è mai mancata a Forza Italia”, è stato concesso già il candidato alle regionali. “Ora a Bologna abbiamo una candidatura forte ed è Bignami”, ha concluso Brunetta.
Lo stesso Silvio Berlusconi ha espresso pubblicamente la sua fiducia: “sono convinto che troveremo l’accordo sul nome di Galeazzo che è un’ottima scelta”, ha detto scatenando gli applausi.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scambia la moglie per un ladro e chiama i Carabinieri

  • Ubriaca sul davanzale, cade giù dal terzo piano

  • Scossa di terremoto nella notte, avvertita anche nell'Appennino bolognese

  • E' Natale, a spasso per Bologna: le vetrine più originali

  • Neve in arrivo, non solo in Appennino: "Fiocchi anche in collina e possibili sorprese in pianura"

  • Terremoto Toscana: riaperto traffico treni AV e regionali, ci sono ritardi

Torna su
BolognaToday è in caricamento