Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I tagli degli stipendi del M5S per un fondo scuola: "Fino a 20 mila euro per ciascun istituto"

207 mila euro da distribuire in tutta la regione Emilia-Romagna per supportare progetti a sfondo green: si chiama “Facciamo EcoScuola” il progetto del M5S

 

Il denaro ricavato dai tagli degli stipendi dei parlamentari e dei consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle arriva sui banchi di scuola nella forma di un fondo di 207 mila euro da distribuire in tutta la regione Emilia-Romagna per supportare progetti a sfondo green. Così si appellano ai dirigenti scolastici e alle famiglie Andrea Bertani, Silvia Piccinini e Raffaella Sensoli specificando che l'appartenenza politica non c'entra.

Il capogruppo regionale del M5S Bertani spiega: "Con questa iniziativa vogliamo dare il nostro piccolo contributo al miglioramento della qualità della vita e della didattica nei nostri istituti scolastici e contiamo siano tanti i dirigenti scolastici del nostro territorio ad aderire. Il progetto era già stato lanciato su scala nazionale ma per l'Emilia-Romagna è la prima volta".

Si va dall’installazione dei pannelli fotovoltaici alla rimozione dell’amianto, dall’orto scolastico all’eliminazione della plastica passando per la piantumazione di nuovi alberi o la realizzazione di una rampa per gli alunni con disabilità motoria: sono questi alcuni degli interventi che le scuole dell’Emilia-Romagna potranno realizzare attraverso “Facciamo EcoScuola”, il progetto del M5S. 

"Grazie a un fondo di oltre 3 milioni di euro, creato dal taglio degli stipendi e delle indennità dei portavoce M5S, gli istituti scolastici di tutta Italia potranno progettare e realizzare interventi che abbiano come comune denominatore la sostenibilità ambientale, il miglioramento della qualità dei loro spazi e dell’offerta didattica. Per la nostra regione i fondi a disposizione sono 207.809,64 euro, frutto delle restituzioni dei consiglieri regionali e dei parlamentari M5S dell’Emilia-Romagna. Entro il 15 gennaio 2020 ogni scuola pubblica può presentare il proprio progetto e partecipare alla successiva votazione on line, che determinerà quale scuola riceverà i 10.000 o 20.000 euro disponibili a seconda della tipologia di intervento programmato. Alla scorsa edizione dell’iniziativa, che ha riguardato però solo 9 regioni italiane, sono stati finanziati 122 progetti (su 360 presentati) con un importo complessivo di oltre 1 milione di euro" hanno spiegato in conferenza Bertani, Piccinini e Sensoli. 

“Le iniziative che potranno ricevere la donazione sono davvero tante e si tratta di un'opportunità per formare gli adulti di domani su valori culturali e morali. – ha spiegato Silvia Piccinini – Si va dall’installazione dei pannelli solari a progetti per riciclare meglio i rifiuti o per risparmiare acqua, passando per la mobilità sostenibile, la creazione di orti scolastici o la messa in sicurezza degli spazi”.

“Il MoVimento 5 Stelle non pretende alcun tipo di contropartita o di visibilità da questa campagna – conclude Raffaella Sensoli - Il nostro obiettivo è usare bene i soldi che restituiamo ai cittadini e sostenere piccoli ma preziosi interventi utili a garantire la sicurezza, la qualità degli spazi e la sensibilizzazione dei nostri ragazzi verso i temi ambientali”.

Potrebbe Interessarti

Torna su
BolognaToday è in caricamento