"Gioco delle parti" su tassa di soggiorno: il no di Confcommercio

Anche la Consulta Regionale del Turismo di Confcommercio Emilia-Romagna ha manifestato preoccupazione per la tassa: "Rischia di penalizzare i flussi turistici"

Confcommercio

Sulla tassa di soggiorno ci sembra di assistere ad un 'gioco delle parti' tra Regione, Comuni e Partiti in cui crollano tutte le promesse delle precedenti campagne elettorali". Lo afferma la Consulta Regionale del Turismo di Confcommercio Emilia-Romagna, che ribadisce con una nota la propria contrarietà all'introduzione della tassa di soggiorno ed esprime "forte preoccupazione per l'orientamento favorevole alla sua applicazione espresso dalle Amministrazioni comunali sul territorio regionale".

RISCHIO DI PENALIZZARE IL TURISMO. "Si tratta - sostiene la Consulta - di una tassa iniqua che rischia di penalizzare i flussi turistici nelle nostre località e di limitarne il potere di acquisto. E' gravemente dannoso per le imprese turistiche il ricorso da parte delle Amministrazioni comunali ad una simile soluzione solamente per far fronte alle necessità di bilancio pubblico e alle spese dei bilanci comunali".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

CONFCOMMERCIO ANTI-TASSA.  Secondo Confcommercio, inoltre, "un'applicazione a 'macchia di leopardo', frutto di un mancato coordinamento tra la Regione e le Amministrazioni locali, non farebbe che inasprire la concorrenza fra località sul territorio regionale proprio nel momento in cui la difficile situazione del mercato dovrebbe indurre ad una forte collaborazione". La Consulta "é solidale con quelle località i cui sindaci hanno apertamente preso posizione contro la tassa di soggiorno", chiede "a tutti gli altri sindaci di muoversi con coraggio in questa direzione e di non introdurre la tassa di soggiorno" e invita operatori, forze sociali e l'intera comunità ad esprimere solidarietà partecipando alla manifestazione regionale di protesta - che coinvolge anche Faita, Federalberghi, Fiavet e Fipe - in programma lunedì alle 16.30 in piazza Matteotti a Riccione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Offerte lavoro Bologna fisso mensile

  • Come pulire e disinfettare i condizionatori: trucchi e consigli

  • Incidente sulla A1: scontro camion-furgone, due morti

  • Focolai covid a Bologna: l'attenzione si sposta all' ex hub di via Mattei

  • Tragedia in Romagna: perde l'equilibrio e sbatte contro la roccia, morta studentessa dell'Alma Mater

  • Coronavirus fase 3 | Fiere, congressi, vacanze di gruppo e viaggi in auto: Bonaccini sigla nuova ordinanza

Torna su
BolognaToday è in caricamento