Terremoto centro-Italia: Renzi nomina Errani commissario alla ricostruzione

Incarico ufficiale il 1° settembre: "E' stato il presidente della Regione Emilia-Romagna che ha subito un terribile terremoto e adesso è in piedi più forte di prima" ha detto il premier da Maranello. Salvini: 'Sono saltato sulla sedia, non è u modello da esportare'

"E' stato il presidente della Regione Emilia-Romagna, quella regione che ci ospita e che quattro anni fa ha subito un terribile terremoto e adesso è in piedi più forte di prima". E' la motivazione fornita dal premier Matteo Renzi durante la conferenza stampa a Maranello con la cancelliera Merkel: "Scegliamo la stessa squadra che quattro anni fa ha fatto bene, Angela lo sa". Domani dunque Vasco Errani sarà nominato commissario per la ricostruzione dei paesi del centro-Italia colpiti dal sisma del 24 agosto. 

"Sbagliato anche usare questo evento di tragedia e sofferenza - attacca la senatrice emiliana di Forza Italia Anna Maria Bernini - per tentare di ricucire gli strappi interni al partito democratico attraverso la nomina di Vasco Errani, politico e uomo di partito, non tecnico operativo, a cui certamente non si può riconoscere per mera convenienza politica il merito della gestione del sisma emiliano del 2012". Per Bernini il modello Emilia-Romagna più che su iniziative burocratiche si è basato sulla "professionalità della protezione civile, delle forze dell'ordine e di tutte le organizzazioni di volontariato, coordinate da una onnipresente competenza tecnico prefettizia. Ma soprattutto sull'operosità e sul coraggio di cittadini e imprese che, dal minuto successivo alla prima bordata sismica, si sono rimboccati le maniche per ricostruire le loro case ed i loro capannoni" 

Più sferzante il segretario federale della lega Nord Matteo Salvini: "Impariamo dagli errori del passato. In Emilia, in provincia di Modena e Ferrara, ci sono ancora 20.000 edifici inagibili, più di 12 miliardi di euro che lo Stato ancora deve risarcire a famiglie e aziende agricole. Però quanti telegiornali ancora se ne occupano? Come Lega la prima proposta che abbiamo fatto a Renzi è concedere l'esenzione fiscale per almeno tre anni alle popolazioni coinvolte dal sisma". Di fronte alla proposta Errani "sono saltato sulla sedia" quindi "non mi sembra un modello da esportare" e chiede di "nominare un tecnico. Noi abbiamo proposto il prefetto Francesco Paolo Tronca. Temo che Renzi cerchi di lottizzare anche il terremoto". 

Di altro tenore l'opinione di Flavio Tosi, sindaco di Verona, ex leghista e leader di "FAre": "Nomina del Commissario x il terremoto spetta al governo: che tristezza vedere la squallida polemica su un amministratore esperto e stimato" ha scritto in un twwt. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scambia la moglie per un ladro e chiama i Carabinieri

  • Ubriaca sul davanzale, cade giù dal terzo piano

  • Scossa di terremoto nella notte, avvertita anche nell'Appennino bolognese

  • E' Natale, a spasso per Bologna: le vetrine più originali

  • Neve in arrivo, non solo in Appennino: "Fiocchi anche in collina e possibili sorprese in pianura"

  • Terremoto Toscana: riaperto traffico treni AV e regionali, ci sono ritardi

Torna su
BolognaToday è in caricamento