Merola ha firmato, si allarga il centro di preghiera islamica di via Pallavicini

"La permuta con il centro culturale islamico- ricorda il primo cittadino- permettera' la ristrutturazione dei locali di preghiera e di incontro per le persone di fede musulmana. Il centro di cultura islamica e' una realtà con la quale il Comune ha un rapporto fin dal 1999"

Ora sulla permuta con il centro culturale islamico per l'allargamento dello stabile di via Pallavicini c'e' anche la firma. Lo annuncia il sindaco di Bologna Virginio Merola che in queste ore ha formalizzato ("dagli annunci ai fatti") altre due operazioni, l'acquisizione dall'Ausl dell'ex clinica Beretta, destinata all'affitto sociale e il passaggio degli spazi di via Oberdan al teatro Comunale.

"Casa, liberta' religiosa e cultura. Buon Anno", scrive Merola su Facebook. "La permuta con il centro culturale islamico- ricorda il primo cittadino- permettera' la ristrutturazione dei locali di preghiera e di incontro per le persone di fede musulmana. Il centro di cultura islamica e' una realta' con la quale il Comune ha un rapporto fin dal 1999". Merola non rinuncia ad una stoccata al Governo.

"Intanto apprendiamo che gialloverdi hanno tolto il vincolo di gara per gli appalti fino a 150.000 euro. Si potranno affidare direttamente lavori senza concorrenza. Due giorni fa i 5Stelle si sono opposti allo streaming per il dibattito in commissione; lo streaming usato come arma contro Bersani, ricordate? Avanti cosi': condoni, appalti senza gara, censura. Il governo della trasparenza e dell'onesta'-ta-ta". Sono le ultime scintille politiche dell'anno e anche i 5 stelle non si tirano indietro.
Massimo Bugani torna all'attacco da Fico, il parco del cibo di Eataly realizzato anche grazie all'aiuto di Palazzo D'Accursio.

Commentando i dati sempre molto scarsi sui passeggeri trasportati dai Ficobus, Bugani scrive su Facebook: "Il fallimento non e' la navetta, il fallimento e' Fico.
Flop di dimensioni macroscopiche. Attendiamo le scuse dei tromboni che hanno voluto a tutti i costi questa follia". Per Bugani si tratta di un "disastro di idea, un fallimento totale e facilmente prevedibile. Nella citta' del cibo col centro pieno di ristoranti, solo dei megalomani potevano pensare di far funzionare 40 ristoranti nel nulla".

(Dire)

Potrebbe interessarti

  • La mappa degli outlet a Bologna: dove fare ottimi affari

  • Accadde oggi: il 24 giugno crollò la Rupe di Sasso

  • Laghi a Bologna: dove rinfrescarsi lontani dal caos

I più letti della settimana

  • Possibili temporali in arrivo, diramato bollettino di allerta dalla protezione civile

  • Aeroporto, volo Bologna-Kos, passeggeri: "A terra da 12 ore come ostaggi virtuali"

  • Maltempo, grandine in provincia: strade chiuse, auto distrutte e finestre in frantumi

  • Maltempo e grandine: "crivellate" le finestre di via Natali e via Weber

  • Accadde oggi: il 24 giugno crollò la Rupe di Sasso

  • Maltempo e grandine, Caliandro: 'Il Governo risarcisca i danni alle auto private'

Torna su
BolognaToday è in caricamento