Welfare e anziani: “la campagna elettorale deve ancora decollare”, così parla Bruno Pizzica

Il segretario del sindacato dei pensionati, Spi - Cgil, sollecita sul tema i candidati sindaci di Bologna. Bruno Pizzica si rivolge alla futura amministrazione e tiene a sottolineare la necessità e l'urgenza di investimenti strutturali

Nuovo walfare per gli anziani: si lavora per una profonda riorganizzazione del sistema assistenziale. E’ la volontà del sindacato dei pensionati, Spi-Cgil, che oggi ha tenuto un convegno presso il teatro Testoni di Casalecchio. Il fitto programma di riforme è stato sottoposto all’attenzione dei candidati sindaci di Bologna, proprio sotto campagna elettorale, in modo che possa diventare un modello da seguire per la nuova amministrazione

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

PIZZICA DICHIARA - “Sul tema del welfare e degli anziani - dichiara il segretario di Spi-Cgil, Bruno Pizzica - la campagna elettorale a Bologna ancora non è decollata. C’è bisogno di investimenti strutturali”. Per questo è stato stilato da Spi un opuscolo che contiene un’analisi della situazione sulla base della quale vengono lanciati progetti per la città. Dall'11 al 15 aprile il sindacato scenderà in piazza Re Enzo per presentare ai candidati e ai parlamentari l’opuscolo “Per un nuovo welfare sociale: il caso dei servizi per gli anziani”. “Sarà un modo per sollecitarli” ribadisce Pizzica, che sostiene l’impellente necessità di un intervento. Le ultime riforme infatti risalgono alla Giunta Cofferati.
 
CASO "NUOVA SALUS" - Dal palco il segretario del sindacato dei pensionati ha anche menzionato il caso “Nuova Salus”, l’ospizio privato bolognese di recente sotto indagine dei Nas a causa dei presunti maltrattamenti subiti dai pazienti. L'episodio lancia un allarme grave sulla situazione secondo Pizzica, che ribadisce “se non riusciamo a garantire una risposta pubblica all'altezza, rischia di affermarsi il modello che guarda all'affare: rette altissime, materiali scarse, pochi operatori e non sempre qualificati". Evitare che si verifichino situazioni di mala-assistenza nei confronti degli anziani è dovere, certo, anche delle amministrazioni locali.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Offerte lavoro Bologna fisso mensile

  • Coronavirus fase 3 | Fiere, congressi, vacanze di gruppo e viaggi in auto: Bonaccini sigla nuova ordinanza

  • Come pulire e disinfettare i condizionatori: trucchi e consigli

  • Incidente sulla A1: scontro camion-furgone, due morti

  • Focolai covid a Bologna: l'attenzione si sposta all' ex hub di via Mattei

  • Tragedia in Romagna: perde l'equilibrio e sbatte contro la roccia, morta studentessa dell'Alma Mater

Torna su
BolognaToday è in caricamento