Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Dalla Regione 52mln per le strutture sanitarie, in arrivo anche nuovi ospedali

Si tratta di un investimento totale di 300 milioni di euro distribuiti in varie province della Regione

 

Oltre 300 milioni di euro per un programma straordinari di interventi su ospedali, case della salute, hospice e aziende sanitarie. È l'investimento della Regione Emilia-Romagna che arriva in seguito all'accordo con Roma sulla ripartizione dei fondi nazionali (4 miliardi di euro).

Nel dettaglio, a Bologna andranno 52 milioni di euro di cui 31 milioni destinati alla realizzazione della nuova ostetricia-ginecologia dell'ospedale Maggiore e 21 milioni serviranno per l'adeguamento e il rinnovo tecnlogico dell'Istituto ortopedico Rizzoli, dell'azienda Usl e dell'azienda ospedaliero-universitaria.

La proposta della giunta, che passerà in Assemblea Legislativa, insieme all'utilizzo del cofinanziamento regionale del cinque per cento (16 milioni), è stata presentata oggi dal presidente della Regione Stefano Bonaccini con l'assessore alla Sanità Sergio Venturi e dalla direttrice generale cura della persona Kyriakoula Petropulacos.

Il programma consentirà l'apertura di nuove strutture: ospedali (Carpi e Piacenza, 174 milioni), Case della Salute (20 milioni) e Hospice (6,5 milioni). Il resto del fondi sarà destinato a ristrutturazioni, necessarie per adeguamenti strutturali e sismici, (67 milioni) e altri 35 milioni a interventi di rinnovamento e ammodernamento tecnologico.

"Siamo già pronti- afferma l'assessore regionale alla Sanità, Sergio Venturi - porteremo lo stanziamento in Assemblea legislativa e una volta avuto il via libera definitivo da parte del Cipe, per il quale non ci vorrà molto, firmeremo poi un accordo di programma col Governo" per l'utilizzo delle risorse. Alle aziende - continua - chiederemo il massimo sforzo per avviare i cantieri il prima possibile. Diamo risorse a interventi consistenti e dove serve, non più fondi a pioggia".

Le altre province: nel piacentino, oltre ai fondi per il nuovo ospedale del capoluogo, arrivano altri 9,95 milioni di euro per quattro case della salute e adeguamenti di altre strutture della provincia; a Parma vanno 10 milioni per il rinnovo tecnologico di Ausl e azienda ospedaliera; 12 milioni di euro sono destinati a Reggio Emilia per il terzo lotto (l'ultimo) del nuovo polo materno-infantile; a Modena, oltre alle risorse per l'ospedale di Carpi, vanno più di 24 milioni di euro per realizzare due Hospice a Modena e Sassuolo e otto Case della salute tra la montagna e la bassa, per l'adeguamento delle sedi di neuropsichiatria infantile; a Ferrara vanno 17 milioni in particolare per la riqualificazione dell'Anello dell'ex ospedale Sant'Anna.

"Per la Romagna - sottolinea il governatore Stefano Bonaccini - si liberano risorse per l'Ausl grazie al finanziamento statale del nuovo ospedale di Cesena, pari a 156 milioni di euro.  Mi auguro che il Governo mantenga l'impegno di stanziare i 3,5 miliardi di euro nel prossimo triennio per il sistema sanitario nazionale, come promesso".

Potrebbe Interessarti

  • Sgombero Xm24, barricate agli ingressi: la polizia usa la ruspa | VIDEO

  • Sgombero XM24, attivisti esultano: "Restiamo in Bolognina" | VIDEO

  • Sgombero Xm24, polizia, ruspa, fuochi e attivisti sul tetto: le immagini della giornata | VIDEO

  • Lo sgombero di XM24 divide i residenti della Bolognina | VIDEO

Torna su
BolognaToday è in caricamento