Vaccini, annullata iscrizione a 26 bimbi: fuori da nidi e scuole d'infanzia

Dal 4 settembre aprono gli asili, dal 9 i nidi

Ricomincia a partire dal 4 settembre il nuovo anno scolastico 2019/2020 a Bologna per scuola materna e asilo nido. La campanella suonerà per prima per i 5300 bimbi delle scuole di infanzia, seguita a ruota il 9 settembre dai 2900 bambini dai zero ai tre anni dei nidi comunali. Per tutti un innesto di 90 insegnanti, collaboratori ed educatori, assunti definitivamente nelle 76 scuole di infanzia e i 49 nidi. A questi si affiancano tutti gli altri nidi privati e altri servizi educativi per la prima infanzia convenzionati che accolgono circa 840 bambini a cui si può accedere con tariffe calmierate con un contributo del comune.

E' il secondo anno che Palazzo D'Accursio sperimenta l'apertura anticipata delle sue scuole di competenza, decisione che aveva sollevato polemiche ma che l'assessorato alla scuola vuole mandare a regime entro fine mandato. Entro fine mese il settore Scuola del Comune avvierà anche un tavolo per risolvere il 'nodo' del prolungamento delle aperture fino a luglio.

Sul fronte obbligo vaccinale sono 26 i bimbi non i regola, lacui iscrizione è stata di conseguenza annullata. I genitori di circa 160 iscritti hanno già avviato il precorso per la regolarizzazione o hanno presentato le carte propedeutiche per farlo. Sul fronte dell'edilizia scolastica, durante l’estate 2019 sono stati realizzati lavori di manutenzione in una sessantina di edifici, per oltre 2 milioni di euro.

“Nel rivolgere a tutta la comunità dei servizi educativi e della scuola comunale bolognese il più sincero augurio di un anno pieno di esperienze e relazioni positive - dichiara la Vicesindaco con delega alla scuola, Marilena Pillati - voglio dire grazie a tutto il personale che anima ogni giorno le scuole e i servizi educativi comunali per il prezioso lavoro educativo che mette al servizio dei nostri bambini e delle loro famiglie. Oltre a loro un grazie sincero voglio rivolgerlo a tutti coloro che all’interno della nostra Amministrazione, con ruoli e responsabilità differenti, lavorano ‘dietro le quinte’ per fare in modo che ogni giorno le nostre scuole e i nostri servizi possano funzionare al meglio ed essere luoghi di educazione al servizio della nostra comunità.” 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, neve in arrivo sull'Appennino emiliano

  • Ripetitori e onde dei cellulari, lo studio del Ramazzini: "Tumori rari nelle cellule nervose"

  • Fuga di gas dalle cantine: 16 famiglie evacuate, traffico bloccato

  • Furto a San Lazzaro: "Sono entrati in pieno giorno e hanno fatto un disastro. Sono sconvolta"

  • Camion a fuoco lungo l'A1: due Vigili del Fuoco feriti dopo uno scoppio

  • Guidano un'auto rubata, fanno un incidente e scappano: hanno entrambi solo 14 anni

Torna su
BolognaToday è in caricamento