Scuole San Lazzaro: liste d’attesa nidi azzerate, ristrutturazioni e nuovi progetti

Nel corso dell’estate sono stati svolti interventi per oltre 2,5 milioni di euro. L’anno scolastico sarà anche ricco di proposte dedicate ai giovani

A San Lazzaro liste d’attesa azzerate, ristrutturazioni a tappeto negli istituti e tante novità nel mondo della scuola. Gli alunni faranno ritorno sui banchi il 17 settembre, ma nel corso  dell’estate nei vari istituti sono stati svolti interventi per oltre 2,5 milioni di euro.

Ristrutturazioni

Tra i plessi che sono stati oggetto di ristrutturazioni e interventi di adeguamento antisismico ed energetico, ci sono le scuole Donini e L. Milani, per le quali il Comune ha potuto usufruire di finanziamenti regionali e nazionali. Ultimati i lavori anche alle scuole Fantini,  mentre alla materna di Idice sono stati sistemati gli infissi. La scuola materna della Cicogna ha invece subito un restyling completo delle facciate esterne, delle recinzione perimetrale e dell’impianto elettrico. A breve apriranno le porte del nuovo polo per l’Infanzia a Castel de’ Britti e delle Officine SanLab, mentre sono in corso i lavori di ristrutturazione del Corpo C della scuola media Jussi, nell’ambito del progetto Campus Kid.

Tra le novità in arrivo anche un cambio di nome: la scuola primaria Fornace sarà intitolata a Mariele Ventre, con una cerimonia pubblica il 22 settembre.

Zero liste attese

Tra le buone notizie anche azzeramento delle liste d’attesa. Soddisfatta l’assessore all’istruzione Benedetta Simon: “Per l’anno 2018/2019 abbiamo aumentato i posti a disposizione negli asili nido, per azzerare la lista d’attesa. Sono felice di annunciare che questo obiettivo è stato raggiunto. E’ un risultato importante, che si affianca alla riduzione delle tariffe, avviata già dal 2017, tanto che le famiglie che hanno sostenuto la spesa avranno un rimborso delle rette in base al proprio Isee. L’impatto economico del nido sulle famiglie di San Lazzaro - incalza - si riduce notevolmente, e stiamo già lavorando perché ciò avvenga anche per il prossimo anno , confermando l’impegno di questa amministrazione nel sostenere le famiglie e i piccoli cittadini”.

Proposte dedicate ai giovani

L’anno scolastico sarà anche ricco di proposte dedicate ai giovani. Per gli studenti delle scuole superiori di San Lazzaro, il Comune in collaborazione con tante associazioni del territorio, offre progetti sui temi della prevenzione, dell’informazione, delle pari opportunità, della partecipazione e della cittadinanza attiva. Si rinnova inoltre l'impegno dell’Amministrazione sul fronte dell'alternanza scuola lavoro, che vedrà l’inserimento di 50 studenti in diverse attività e imprese,  e la realizzazione di un percorso sperimentale di orientamento al lavoro a cura dell’Informagiovani. Sarà rinforzata la promozione del volontariato tra i ragazzi, importante veicolo di educazione alla cura dei beni comuni, grazie a nuovi progetti legati al circuito Youngercard, l’attivazione di una rete con le associazioni di volontariato locale. Non solo: durante l'anno scolastico partirà “InterculturACT”, progetto di scambio internazionale che ha vinto un finanziamento dal programma Erasmus+ dell'Unione europea,  che porterà 30 giovani provenienti da Francia, Portogallo, Danimarca, Germania e Italia a San Lazzaro, per raccontare la cultura come bene intangibile e prezioso dell’umanità.

Impegno nell'apprendimento efficace e inclusivo

I bambini con Dsa - Disturbi specifici di apprendimento, rappresentano dal 3% al 5% della popolazione scolastica,  mentre coloro che hanno bisogni educativi speciali sono il 10% . Per questo è più che mai necessario sviluppare percorsi e metodi di studio ad hoc, come quello previsto dal Programma territoriale dell’offerta formativa per l’anno scolastico 2018-2019, dove è stato  inserito un percorso di 6 ore per ciascuna classe, condotto da psicologhe cliniche esperte in processi di apprendimento del Centro Laboratori Anastasis di Bologna: un percorso che si propone di affrontare il tema della diversità per creare consapevolezza e valorizzare i diversi stili di apprendimento presenti all’interno della classe, in modo da favorire un ambiente rispettoso delle differenze dove ognuno possa utilizzare ciò di cui ha più bisogno per raggiungere il successo scolastico.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sente rumori sospetti in casa e spara, ucciso un uomo

  • Lega: "A Bologna party universitario blasfemo, intervenga il Rettore"

  • Incidente a Casalecchio: pedone investito all'incrocio

  • Terremoto Toscana: riaperto traffico treni AV e regionali, ci sono ritardi

  • Morti in incidenti stradali: Bologna la più colpita, diventa obbligatorio l'alcol-lock

  • Rissa dopo Bologna - Milan: tifoso accoltellato, è grave

Torna su
BolognaToday è in caricamento