Autunno: 3 sapori ed eccellenze dell'Appennino bolognese

La provincia di Bologna è ricca di alimenti da assaporare in questo periodo...

Con l'arrivo dell'autunno sulle nostre tavole tornano tanti prodotti, tra i quali delle vere e proprie eccellenze del territorio. La provincia di Bologna è ricca di alimenti da assaporare in questo periodo. Vediamo insieme i più famosi...

Il Marrone biondo e Igp

Il marrone biondo è un'eccellenza del territorio, e tantissimi i castanicoltori che nel tempo si sono dedicati alla produzione e diffusione di questo prodotto. Molto amato dai bolognesi, e non solo, è il protagonista indiscusso di sagre, feste e momenti di allegria da fine settembre in poi. Stando a una statistica della Coldiretti del 2017, con i suoi 2.822 ettari di castagneto da frutto, l’Emilia-Romagna è la sesta regione in italia per estensione dei castagneti, il 35% dei quali situati in provincia di Bologna, dove si raccolgono il marrone Igp di Castel del Rio e il marrone biondo dell’Appennino Bolognese.

Tartufo 

Da 36 anni,  da quando i caldi colori dell'autunno tingono i colli, a Savigno di Valsamoggia si celebra il tartufo bianco in tutte le sue forme. E quest'anno, l'1-2-3, 9-10 e 16-17 novembre è in programma il 36esimo festival internazione del tartufo bianco. Anche Castel del Rio e Sasso Marconi sono territori dove in questo periodo il tartufo è protagonista, tanto da essere titolari di due tartufeste che ogni anno attirano centinaia di buongustai e appassionati. Un prodotto di cui tutto l'Appennino può vantarsi, reperibile comunque in molti Comuni di montagna grazie alla conformazione e clima del territorio. 

Borlengo

Il borlengo, meglio conosciuto come zampanella, è una specie di crêpe sottilissima e croccante preparata a partire con un impasto liquido a base di acqua o latte, farina, sale e qualcuno ci aggiunge anche delle uova: un impasto comunemente detto colla. Il ripieno tradizionale invece, viene detto cunza, e consiste in un battuto di lardo, aglio e rosmarino, oltre una spolverata di Parmigiano Reggiano.  Si serve caldo e piegato in quattro parti. Questo è un prodotto facilmente reperibile tutto l'anno, ma che in questo periodo accompagna spesso sagre e feste, e quindi legato all'autunno. Tipico della provincia di Modena, è un prodotto che è facile trovare sopratutto a Gaggio, Poretta. Vergato, Savigno, Castello di Serravalle e Castel D'Aiano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollettino covid oggi: a Bologna (quasi) la metà dei nuovi contagi e decessi registrati in Regione

  • Covid-19, al via le convocazioni per i test a campione: "1.000 solo a Bologna città, si viene contattati per telefono"

  • Coronavirus, bollettino 29 maggio Bologna e provincia: la situazione comune per comune

  • Frecce Tricolori a Bologna: il passaggio sulla città il 29 maggio

  • Bonus bici elettriche e monopattini: chi può chiedere i 500 euro

  • Coronavirus, bollettino Emilia Romagna: +24 casi e ancora 8 decessi

Torna su
BolognaToday è in caricamento