L'acqua pubblica e le (poche) fontane di Bologna, Aitini lancia sondaggio per aumentarle

La proposta dell'assessore alla sicurezza e al verde pubblico raccoglie successo nei commenti social, ma con un appunto: "Ripristinate a posto quelle esistenti"

"Vorremmo mettere alcune nuove #fontanelle a #Bologna"  Parte così il post-sondaggio dell'assessore alla sicurezza Alberto Aitini, che chiede pubblicamente luoghi ideali dove apporre i nuovi punti acqua. L'idea è quela di "ridurre il consumo di plastica e incentivare la buona pratica di bere acqua pubblica". Pochi i dettagli sull'operazione, ma il proposito è quello di collocare i punti acqua nelle zone di maggior transito, anche per i turisti.

Il post ha suscitato un certo successo, anche per via del fatto che le Torri sono tuttora scarse ad accessi pubblici all'acqua: sono infatti solo 24 (mappati da Piazza Grande) i tutta la città i punti accessibili, peraltro non sempre aperti o in efficienza. I commenti in genere sono positivi e accolgono con favore l'idea, anche se c'è chi fa notare come nel tempo molte fontane un tempo efficienti siano state chiuse e altre siano ormai logore.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 29 marzo: i dati comune per comune

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 2 aprile: i dati comune per comune

  • Coronavirus Emilia Romagna, bollettino 30 marzo: contagi +412, 95 morti

  • Cornavirus Emilia-Romagna, bollettino 27 marzo: contagi +772, altri 93 morti

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 31 marzo: i dati comune per comune

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 27 marzo: i dati, comune per comune

Torna su
BolognaToday è in caricamento