← Tutte le segnalazioni

Eventi

Oltre 200 ragazzi incontrano lo scrittore Luigi Garlando

Via Larga, 10 · Bologna

Libri e lettura | Un argomento di attualità:

grazie al progetto/concorso Scrittori di classe

bambini e ragazzi apprendono il valore prezioso della lettura

Martedì 19 aprile oltre 200 ragazzi incontrano lo scrittore Luigi Garlando, presenta l'iniziativa il giornalista sportivo Stefano Zanerini di Qui Bologna Tv.

Milena Naldi Presidente del Quartiere San Vitale premia gli studenti.

Grande successo per Scrittori di classe, il concorso nazionale dedicato alle scuole primarie e secondarie di primo grado promosso da Conad, finalizzato a promuovere la lettura e la scrittura tra i ragazzi.

8 autori di libri per ragazzi hanno fornito la loro ispirazione, preparando 8 incipit su 8 tematiche, 5 per le scuole primarie 3 per le scuole secondarie di primo grado; le scuole italiane - tra cui anche diverse scuole della città di Bologna - hanno partecipato all'iniziativa realizzando dei piccoli racconti sviluppati sulla base delle 8 tematiche.

Presupposto dell'iniziativa sono alcuni dati Istat relativi al 2015 non proprio confortanti: la quota di lettori risulta superiore al 50% della popolazione solo tra gli 11 e i 19 anni e nelle età successive tende a diminuire; in particolare, la fascia di età in cui si legge di più è quella dei 15-17enni. I "lettori forti", cioè le persone che leggono in media almeno un libro al mese, sono il 13,7% dei lettori (14,3% nel 2014) mentre quasi un lettore su due (45,5%) si conferma "lettore debole", avendo letto non più di tre libri in un anno.

Nel 2015 si stima che il 42% delle persone di 6 anni e più (circa 24 milioni) abbia letto almeno un libro nei 12 mesi precedenti l'intervista per motivi non strettamente scolastici o professionali. Il dato appare stabile rispetto al 2014, dopo la diminuzione iniziata nel 2011.

Il 9,1% delle famiglie non ha alcun libro in casa, il 64,4% ne ha al massimo 100. La popolazione femminile ha maggiore confidenza con i libri: il 48,6% delle donne sono lettrici, contro il 35% dei maschi.

Lettura e partecipazione culturale vanno di pari passo; fra i lettori di libri, le quote di coloro che coltivano altre attività culturali, praticano sport e navigano in Internet sono regolarmente più elevate rispetto a quelle dei non lettori.

Per tutte queste ragioni è importante sensibilizzare fin dalla più giovane età al valore della lettura, anche attraverso iniziative come Scrittori di classe.

Il concorso ha concluso la sua prima fase e ora sta iniziando la distribuzione dei libri realizzati a partire dai racconti vincitori scritti dai ragazzi e completati con l'aiuto di scrittori e giornalisti molto conosciuti.

Uno di questi libri è frutto della collaborazione con lo scrittore Luigi Garlando, giornalista alla "Gazzetta dello Sport". Da anni scrive libri per ragazzi trattando temi d'attualità, sociali e sportivi, perché - spiega - Non esistono temi da grandi e temi da bambini, ma esistono modi diversi per affrontarli.

Il suo Per questo mi chiamo Giovanni, sulla vita di Giovanni Falcone, è uno dei libri più letti e adottati nelle scuole italiane. L'ultimo suo romanzo, pubblicato da Rizzoli nel 2015, è L'estate che conobbi il Che.

Martedì 19 aprile presso il centro commerciale Vialarga | Ipermercato Conad alle ore 11.00 centinaia di bambini dell'Istituto Comprensivo 7 e dell'Istituto Comprensivo 11 avranno l'opportunità di incontrarlo e verrà consegnata ad ognuno una copia omaggio del libro vincitore scritto con la sua collaborazione.

Il libro si intitola In piedi sui pedali e ha come protagonisti Valerio e Uccio, due fratelli molto diversi fra loro ma uniti dalla stessa grande passione per il ciclismo; coltivano tra le colline piemontesi il sogno di diventare grandi campioni proprio come Coppi e Bartali, seguendo le orme di nonno Tino. Un giorno però la vita della famiglia di Rocchetta viene sconvolta da uno scandalo inaspettato: a due passi dall'ultima tappa del Tour de France, Uccio, ormai ciclista professionista, viene fermato per doping e sparisce senza più dare sue notizie ai familiari. I due fratelli si rincontreranno solo dopo due anni, al Giro d'Italia…

Nel pomeriggio, alle ore 16.00, si terrà un interessante laboratorio di giornalismo con Stefano Zanerini di Qui Bologna Tv.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Segnalazioni popolari

Torna su
BolognaToday è in caricamento