Via della Lana e della Seta: trekking da Bologna e da Prato, l'evento

Un cammino di 130 km di media difficoltà, realizzabile in 6 o più giorni da parte di camminatori anche non esperti e famiglie

La via della Lana e della Seta è un percorso immerso nella natura, dell'Appennino Tosco-Emiliano, ricco di eccellenze e tradizione. Attraversa borghi, cime e vallate congiungendo due centri storici di grande valore, cresciuti nei secoli grazie alla sapiente gestione delle acque: Bologna, la città della Chiusa e dei canali, per secoli capitale della seta,  e Prato, la città del Cavalciotto, delle gore e delle gualchiere, capitale del distretto della lana e del tessile. Un percorso lungo il quale sono collocati ristoranti e alberghi.

La via della Lana e della Seta

La via della Lana e della Seta è un cammino di 130 km di media difficoltà, realizzabile in 6 o più giorni da parte di camminatori anche non esperti e famiglie. Il tracciato si sviluppa lungo sentieri CAI con segnavia bianco-rossi e con specifici cartelli che riportano il logo della Via. Si svolge su cime di media montagna e non supera mai i 1.000 metri d’altezza. Occorre esperienza, capacità di orientamento, preparazione: in caso contrario si consiglia di affidarsi a guide esperte. Il percorso è agibile tutto l'anno, è comunque necessario prestare particolare attenzione nel periodo invernale.

Una via molto amata da tutti coloro che amano il trekking o semplicemente passeggiare nel verde, e che compie un anno. Un primo traguardo fatto di tanti successi, tanto che per festeggiare è stato riproposto  l’evento itinerante dalle due città al crinale con cui l’anno scorso venne inaugurata.  Un progetto che discende dal protocollo firmato dalla Città metropolitana di Bologna e dal Comune di Prato il 22 novembre 2017, finanziato e seguito dal tavolo operativo stabilito nel protocollo a cui partecipano le due città, le Unioni dei comuni dell’Appennino Bolognese e della Val Bisenzio, oltre ai Comuni di Vernio e Castiglione dei Pepoli, che ne è capofila. Il cammino da Bologna a Prato è promosso da Destinazione turistica della Città metropolitana di Bologna e da Prato Turismo.

Nel solo mese di maggio del 2019, nonostante le avverse condizioni meteorologiche, oltre 80 persone l’hanno percorsa pernottando in quasi tutte le tappe.

Consigli d'abbigliamento

Il consiglio è quello di incamminarsi con uno zaino da 35 o 40 litri a seconda della stagione, portando scarpe, pantaloni e bastoncini da trekking. Calzini in microfibra; 2/3 magliette in microfibra e una di cotone per la notte; una felpa; una giacca traspirante antivento e idrorepellente; cambi intimi e il necessario per l’igiene personale. Guanti, ghette e cuffia in inverno; crema solare, berretto e supplemento di acqua in estate.

L'evento 

Un percorso che compie un anno e grande l'evento in programma: giovedì 13 giugno 2019 infatti, due trekking  partiranno in contemporanea da Piazza Maggiore a Bologna e da Piazza del Duomo a Prato per ricongiungersi sabato 15 giugno 2019 in piazza a Castiglione dei Pepoli, tappa centrale della via e meta di questa tre giorni, nella cui piazza si festeggerà il cammino e il suo territorio.

  • I camminatori che partiranno da Bologna si fermeranno giovedì sera a Sasso Marconi, venerdì attraverseranno il Parco storico di Monte Sole e pernotteranno a Grizzana Morandi, sabato passeranno da Burzanella e cammineranno sotto Montovolo.
  • I camminatori provenienti da Prato, invece, saliranno la Calvana e giovedì sera dormiranno in quota verso Montecuccoli, venerdì attraverseranno il territorio di Vernio per arrivare a Montepiano, da cui sabato partiranno sostando per pranzo nel borgo di Rasora.

Si può camminare per tre giorni o anche per uno soltanto, unendosi ai gruppi nella giornata di sabato; o ancora fare una passeggiata di circa 6 km, organizzata assieme ai Cammini dell’Emilia Romagna dell’APT, un anello intorno al paese di Castiglione che toccherà i luoghi storici e naturalistici più interessanti: il centro storico, la Chiesa Vecchia, il castagneto secolare, il lago di Santa Maria, il cimitero dei Sudafricani.

La festa a Castiglione

Chi non desidera camminare  potrà partecipare alla festa conclusiva a Castiglione dei Pepoli,  che si svolgerà lungo tutta la giornata di sabato, dalle ore 10 alle 23, nel centro storico che ospiterà altri cammini della regione, come la Via degli Dei, la Piccola Cassia, la Romea Germanica, il cammino di San Francesco e quello di Sant’Antonio, il CAI e le associazioni del territorio legate al turismo lento, editori e librerie con selezioni ad hoc di libri e guide. 

La manifestazione è organizzata dall’associazione culturale Officina15 in collaborazione con AppenninoSlow, Pro loco di Castiglione dei Pepoli, CAI sezioni di Prato e Bologna, circolo I Risorti ed è finanziata dal cartellone Bologna Estate e dall’Unione dei Comuni dell’Appennino Bolognese.

Informazioni

Per informazioni sulla manifestazione e prenotazioni ai trekking e ai laboratori per bambini: http://www.ofcn15.com/VLS/ o www.viadellalanaedellaseta.com

Fonte: Via della Lana e della Seta e Città Metropolitana Bologna

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, neve in arrivo sull'Appennino emiliano

  • Ripetitori e onde dei cellulari, lo studio del Ramazzini: "Tumori rari nelle cellule nervose"

  • Rivoluzione orari della 'movida', parte esperimento. Lepore: "Cercheremo di dettare una nuova tendenza"

  • Fuga di gas dalle cantine: 16 famiglie evacuate, traffico bloccato

  • Furto a San Lazzaro: "Sono entrati in pieno giorno e hanno fatto un disastro. Sono sconvolta"

  • Accoltellamento sul treno: due feriti, treni in ritardo

Torna su
BolognaToday è in caricamento