Se la città pedala contro lo smog

Strategie di trasporto sostenibile per Bologna: contributi per le due ruote elettriche e ancora "C'entro in bici"

© Joe Mabel

Lo smog è ormai un’emergenza sanitaria: in Italia uccide venti persone al giorno. Il nostro Paese detiene in Europa il primato di densità automobilistica, con 600 macchine ogni mille abitanti e l’Emilia Romagna, in particolare, registra nel 2011 e nei primi mesi del 2012 un peggioramento della qualità dell’aria, con un aumento delle polveri sottili PM10. Non resta, però, con le mani in mano e lancia varie iniziative nelle sue città. Bologna, per esempio, sceglie di promuovere nuove strategie per un trasporto sostenibile, stanziando contributi per le due ruote elettriche.

Dopo il successo dell’anno scorso, infatti, la Regione mette a disposizione del suo capoluogo, anche per il 2013, 380mila euro per biciclette e ciclomotori elettrici. In città prosegue, poi, l’iniziativa "C'entro in bici", ovvero la messa a disposizione di 188 biciclette in 23 punti del centro per qualsiasi cittadino residente a Bologna, in provincia o in regione o domiciliato in città, con la sola cauzione di 10 euro. Un incentivo, insomma, a limitare l’uso della macchina, che secondo gli ultimi dati impegna i bolognesi per 115 minuti in media al giorno, ovvero 5,9 anni della loro vita. Con beneficio, tra l’altro, della forma fisica oltre che di polmoni e vie respiratorie di tutta la cittadinanza.

Solo apparentemente banali, poi, sono i consigli che circolano sul sito della Regione per invitare la cittadinanza a una “guida più sostenibile”. Per esempio: accelerare gradualmente, rispettare i limiti di velocità, mantenere l’efficienza dell’auto anche sottoponendola a verifiche periodiche come il bollino blu, mantenere i pneumatici alla corretta pressione, cambiare e/o acquistare automobili scegliendo modelli meno inquinanti o a metano. Come dire che pedalare è meglio, ma anche guidare guidare correttamente può aiutare a contenere l’inquinamento.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
BolognaToday è in caricamento