Basket, volley e frisbee: premiati gli studenti Unibo sul podio più alto

Bonaccini: "Orgogliosi dei vostri risultati, l'attività sportiva aggiunge qualità al percorso di studi"

Oltre allo studio, per gli universitari bolognesi ci sono  anche gli ‘esami’ da sostenere sui campi da gioco, che hanno portato a Bologna titoli europei e medaglie in campionati nazionali e universitari. Una folta delegazione di giovani atleti è stata ricevuta e premiata oggi in Regione dal presidente Stefano Bonaccini, insieme al prorettore vicario dell’Alma Mater, Mirko Degli Esposti, e al direttore generale Cusb, Federico Panieri.

Oltre ai team che si sono affermati nei campionati europei (basket maschile, volley femminile, ultimate frisbee maschile e femminile), sono arrivati importanti podi anche in altri tornei nazionali e alle Universiadi. Inoltre, sono state assegnate borse di studio ai ragazzi che si sono distinti per meriti sportivi durante il percorso universitario.

“Siamo orgogliosi per i tanti successi che avete riportato e che danno risalto all’intera Emilia-Romagna. Ho sempre pensato alla delega per lo Sport come a un momento qualificante della mia Giunta. Uno sport che, come in questa occasione, aggiunge una cifra di qualità alla vita degli studenti”, ha detto Bonaccini. Impiantistica, stili di vita corretti e sani, rapporto con la scuola sono stati, ha ricordato il presidente, ambiti di grande impegno della Regione, anche attraverso gli strumenti messi in atto dalla Legge regionale sullo sport.

“Abbiamo moltissimi praticanti e volontari e crediamo nel sogno, che pure potrebbe diventare realtà, dei giochi Olimpici del 2032 da organizzare qui insieme a Firenze e alla Toscana. Penso inoltre che il turismo sportivo possa essere un’importante leva di sviluppo del territorio: per questo, per esempio, abbiamo puntato su Davide Cassani  al vertice dell’Apt e stiamo ospitando importanti eventi nazionali e internazionali", ha concluso Bonaccini.

Per il prorettore Degli Esposti, “l’Ateneo bolognese ha mostrato di possedere eccellenze anche in ambito sportivo. Una grande Università è quella che coniuga l’attività di studio con quella motoria, che deve essere intesa come parte integrante della nostra proposta formativa”, ha commentato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, neve in arrivo sull'Appennino emiliano

  • Ripetitori e onde dei cellulari, lo studio del Ramazzini: "Tumori rari nelle cellule nervose"

  • Rivoluzione orari della 'movida', parte esperimento. Lepore: "Cercheremo di dettare una nuova tendenza"

  • Fuga di gas dalle cantine: 16 famiglie evacuate, traffico bloccato

  • Furto a San Lazzaro: "Sono entrati in pieno giorno e hanno fatto un disastro. Sono sconvolta"

  • Accoltellamento sul treno: due feriti, treni in ritardo

Torna su
BolognaToday è in caricamento