Bologna-Juve, finisce in rissa. Di Vaio: "Ho schivato lo schiaffo di un tifoso"

Nuovo stadio a Torino, tifosi a ridosso del campo: Di Vaio lamenta: "Io, quasi schiaffeggiato... ci vuole sicurezza". Buffon: "Un ceffone non ha mai ucciso nessuno!"

E' finita in rissa la partita Bologna-Juve, che ha visto la buona performance dei rossoblù,  in pareggio fuori casa. A rimanere semi coinvolto nel parapiglia il capitano della squadra emiliana, che ha schivato lo schiaffo di un ultrà, che si è sporto dalla balaustra del nuovo stadio di Torino, dove il pubblico è a pochi centimetri dal campo.

LE PAROLE DI DI VAIO. "Giocare sentendo la gente attaccata al campo è una bellissima sensazione, purché però sia garantita la sicurezza di tutti". Così la pensa il capitano del Bologna Marco Di Vaio, che aggiunge: "In quel momento non mi sono accorto di nulla... bisogna garantire la sicurezza di tutti, dai tifosi ai giocatori".

BUFFON. A commentare l'episodio dalla porta bianco-nera Gigi Buffon, che alle telecamere di Sky ha così sminuito la vicenda: "Diciamo che è andato tutto bene, non è successo nulla. Non é stata una cosa educativa, anche se un ceffone non ha mai ucciso nessuno... Per educare la gente ci vuole tempo. Siamo accorsi in tanti a sedare, e alla fine per fortuna non è accaduto nulla".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

GILLET A TERRA. Ma la partita e il dopo non ha rismarmiato nulla. Dopo la rissa sfiorata tra giocatori delle due squadre avversarie, sul fischio finale il portiere rossoblù Gillet è rimasto a terra per un colpo alla testa fortuito, provocato da Pepe. Il giocatore è stato trasportato negli spogliatoi in stato di semi-incoscienza, ma si è ripreso subito dopo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 2 aprile: i dati comune per comune

  • Coronavirus, la Regione Emilia-Romagna dà tre milioni di mascherine gratis a tutti i cittadini

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 3 aprile: i dati comune per comune

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 4 aprile: i dati comune per comune

  • “Mio padre ha perso il lavoro e il frigorifero è vuoto, aiutateci": adolescente chiede aiuto al 112

  • Coronavirus Emilia Romagna, bollettino 2 aprile: +546 contagi, si contano ancora 79 morti

Torna su
BolognaToday è in caricamento