Piena fiume Reno: guida e informazioni utili per i cittadini colpiti

La situazione nei Comuni, le richieste di danni e l'assisitenza alla cittadinanza

La piena straordinaria del fiume Reno del 2 febbraio 2019 ha provocato allagamenti che hanno colpito in particolare i comuni di Castel Maggiore e Argelato. Il fiume Reno ha esondato in località Boschetto a Castel Maggiore, allagando un territorio di circa 2.750 ettari di superficie (oltre Castel Maggiore e Argelato interessati anche Castello d'Argile, San Giorgio di Piano e San Pietro in Casale), e causando danni a numerose abitazioni civili, a svariate attività produttive, a campi, edifici e macchinari agricoli, alla rete viaria e di scolo. Il cedimento ha interessato una porzione di argine di cinquanta metri di lunghezza e due di altezza e una marea d’acqua, oltre 3 milioni di metri cubi, si è riversata nei campi.
Confagricoltura Bologna ha richiesto misure specifiche per le aziende agricole danneggiate: i danni subiti dai soli campi, escluse quindi le attrezzature e gli stabili, ammonterebbero a circa 6 milioni di euro. Qui la mappa dell'esondazione

  • A Castel Maggiore sono circa 60 le unità immobiliari danneggiate e una decina le attività produttive. Un immobile è stato dichiarato parzialmente inagibile. Il Comune ha messo a disposizione il proprio conto corrente: IBAN: IT 15 H 06175 36741 000000184890, presso: BANCA CARIGE Spa Ag. Castel Maggiore - via Gramsci n. 163, causale del versamento: Pro-Alluvione.
  • Ad Argelato è stato interessato dall'alluvione il 90% del paese, senza contare le imprese agricole e le aziende. La Regione Emilia-Romagna e l’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile hanno messo a disposizione dei Comuni coinvolti dalla piena i moduli per avviare la ricognizione dei danni subìti dai cittadini e dai titolari di attività economiche e produttive. I moduli per segnalare i danni sono tre: quello relativo al patrimonio edilizio privato, quello per le attività economiche e produttive non agricole e quello per le attività produttive agricole.

Comune di Bologna

Per quel che riguarda le zone colpite in Comune di Bologna, nei giorni scorsi agenti della Polizia Locale hanno distribuito il modulo relativo ai danni subìti da privati ai cittadini residenti in via Giunio Bruto, al Quartiere Borgo Panigale-Reno, area tra le più colpite dalla piena. Nella zona coinvolta sono attivi anche i volontari dell’associazione “A tutta Birra”: anche loro aiutano la Polizia Locale nella distribuzione dei moduli a domicilio.
I moduli si possono ritirare negli Urp dei due Quartieri coinvolti: Borgo Panigale-Reno (Urp di via Battindarno 123), Navile zona Bolognina (Urp di via Fioravanti 16) e Navile zona Lame (Urp di via Marco Polo 51). Inoltre per il ritiro dei moduli è disponibile anche uno sportello dedicato nella sede di Borgo Panigale del Quartiere Borgo Panigale-Reno, in via Marco Emilio Lepido 25/2.

Piena del Reno, richieste di risarcimento danni: come fare

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente a Budrio: un morto e un ferito sulla Trasversale di Pianura

  • People Mover, avvio il 7 marzo per la navetta veloce tra aeroporto e stazione

  • SPECIALE | Elezioni regionali Emilia Romagna 2020: dalle interviste ai candidati a tutte le info utili al voto

  • "Evasione fiscale da 140 milioni di euro": Maxi sequestro della Finanza, anche auto storiche di lusso

  • La dea bendata bacia il Christian bar: in via Toscana vinto 1 milione di euro

  • Regionali Emilia Romagna 2020, tutti i programmi elettorali

Torna su
BolognaToday è in caricamento