Piena fiume Reno: guida e informazioni utili per i cittadini colpiti

La situazione nei Comuni, le richieste di danni e l'assisitenza alla cittadinanza

Comune di Imola

In via Ca' del Forno, a San Prospero, terminati i lavori di ripristino del terrapieno, danneggiato dalla piena del Santerno il 2 febbraio scorso.. I lavori, cominciati il 7 febbraio scorso, hanno ripristinato il tratto di terrapieno che aveva ceduto, di circa una ventina di metri di lunghezza:, sono stati utilizzati circa mille metri cubi di terra.
Oltre a ripristinare il manufatto, è stato riprofilato l'intero terrapieno, pulendolo dalla vegetazione arbustiva infestante. Il Comune di Imola precisa che il manufatto non è costituito da materiale idoneo per essere classificato “argine”, ma si tratta, ad oggi, appunto, di un terrapieno e che il terreno ad esso sottostante, di proprietà dell'azienda C.T.I., nella pianificazione
esistente è classificato come “area esondabile” e quindi risulta essere passibile di allagamento.

Strade e traffico

Per quanto riguarda la situazione delle strade a Castel Maggiore dal 15 febbraio è stata riaperta via Lame, nel tratto tra via Bondanello e via Passo Pioppe, con limitazioni alla circolazione dovute alla prosecuzione dei lavori sull'argine: limite dei 30 Km/h nel tratto di via Lame tra l’inizio a nord dell’abitato di Boschetto e il nucleo di edifici ubicato in via Lame n. 347; restringimento della carreggiata per una profondità di 2,5 metri, con senso unico alternato, dalle ore 7,00 alle ore 16,30, con opportune segnalazioni mobili e solo nel tratto in cui è prevista la lavorazione per un massimo di 30 metri di lunghezza.
Inoltre, per quanto riguarda le misure contro lo smog previste dal Piano Aria il Comune di Castel Maggiore ha revocato le misure di limitazione agli impianti di riscaldamento nell'area colpita dall'esondazione in considerazione delle problematiche connesse all'alluvione.

Risarcimento danni

Per la quantificazione preliminare dei danni subiti dalle proprietà private e dalle attività produttive, la compilazione del modulo avverrà presso le abitazioni dei residenti con la collaborazione di personale tecnico del Comune.
Il Comune di Argelato ha messo a disposizione (piano terra della palazzina dell'ufficio tecnico del Comune in via F.lli Cervi n.3) uno sportello per ritirare il modulo per segnalare i danni e ricevere assistenza sulla compilazione. Le persone anziane o con difficoltà motorie, impossibilitate a raggiungere lo sportello, possono rivolgersi al numero 051 6634662 per concordare un appuntamento presso il loro domicilio.
L'Amministrazione comunale ha anche attivato un conto corrente per chi desidera supportare con un contributo l'emergenza alluvione.

fondo alluvione comune argelato-2

E' in programma un ritiro straordinario di rifiuti ingombranti per sabato 23 febbraio 2019. I cittadini devono posizionare gli ingombranti in prossimità delle proprie abitazioni per favorirne la rimozione, entro la sera precedente (venerdì 22 febbraio).


 
 

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: fermato treno a San Ruffillo. Era un falso allarme

  • Coronavirus, sotto osservazione due persone in Emilia: le analisi al Sant'Orsola

  • Coronavirus: in Emilia Romagna chiuse scuole, asili e luoghi di cultura. Stop a eventi e manifestazioni

  • Coronavirus: 19 contagi in Regione, un caso anche a Modena. Migliaia di tamponi effettuati, attivo numero verde

  • Coronavirus : l'Università di Bologna sospende lezioni, esami e lauree

  • Coronavirus in Emilia-Romagna, 7 nuovi casi: "Tutti riconducibili al focolaio lombardo"

Torna su
BolognaToday è in caricamento