Ability park realizzato al parco del Velodromo

rinvio inaugurazione causa COVID-19

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BolognaToday

Con tanta passione e grazie all’aiuto di cittadini ed imprese l’Associazione Vivere la Città, che mi onoro di rappresentare, ha portato a termine una missione enorme: Bologna, prima in Italia, ha finalmente un parco in cui tutte le persone, anche quelle diversamente abili, potranno liberamente svolgere attività motoria all’aperto! Purtroppo, se l’Ability Park è una realtà per la città, la sua inaugurazione, causa Covid-19, è stata rinviata. Ciò non toglie che Bologna ed i bolognesi abbiano già tagliato un importante traguardo di civiltà, inclusione ed amore verso il prossimo. L'abbiamo fortemente voluta e realizzata per Bologna, per i bolognesi e con i bolognesi. Infatti, oltre alla nostra ostinazione, va messa in risalto la generosità di imprese, associazioni e privati che, comprendendo l'importanza e l'utilità dell'opera, hanno messo mano al portafogli partecipando attivamente alla "colletta" che, oggi, va di moda chiamare "crowdfounding". Purtroppo, il Covid-19 ha bloccato il "taglio del nastro" che domani il Sen. Pier Ferdinando Casini, a cui si deve più di un ringraziamento per la vicinanza e l'incessante incoraggiamento, avrebbe dovuto personalmente fare. Non ci resta che attendere tempi migliori, nella certezza che ne usciremo presto e che, quindi, tagliato finalmente il nastro, chiunque potrà venire al Parco del Velodromo per fare attività motoria! Avanti così, Bologna!

 Lorenzo Tomassini, Presidente associazione Vivere la Città

Torna su
BolognaToday è in caricamento