menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Biblioteca di Eco contesa fra Milano e Bologna, Borgonzoni: "Farò il possibile"

Un patrimonio da 35 mila volumi lasciato dallo scrittore e semiologo che per tanti anni ha insegnato all'Alma Mater. Il caso è 'monitorato' dal nuovo sottosegretario ai Beni Culturali nonchè consigliere a Palazzo d'Accursio

Il grande studioso Umberto Eco, oltre a un immenso patrimonio culturale, ha lasciato in eredità (la scomparsa nel febbraio 2016) anche una collezione da 35 mila volumi che include testi rari e libri antichi di grande valore. Dove andranno? Tale patrimonio contesa fra Bologna e Milano?

La sterminata collezione di Umberto Eco: è contesa

Fra gli enti che avrebbero mostrato interesse alla raccolta ci sarebbero l'Università di Bologna e la Biblioteca Nazionale Braidense di Milano, mentre i familiari dello studioso avrebbero escluso ipotesi estere confermando che si tratterà di una donazione con alcune garanzie sulle modalità di valorizzazione e fruizione pubblica. A Bologna qualcosa si starebbe muovendo.

Lucia Borgonzoni, nominata dal nuovo Governo sottosegretario ai Beni Culturali, sta seguendo la questione e ha in questi giorni rilasciato al Resto del Carlino una "quasi-promessa": «Il Ministero ha posto il vincolo sulla biblioteca: la collezione antica e la collezione moderna dei libri sono indivisibili, ma la Biblioteca Braidense voleva solo la parte antica della collezione, quindi ora teoricamente è fuori dalle ipotesi di acquisizione».

Nel frattempo, anche il prorettore Mirko Degli Esposti conferma un grande interesse alla collezione e la volontà di riuscire a portarla a Bologna. «La famiglia donerà la parte moderna – spiega nel dettaglio la Borgonzoni al cronista del Carlino – ma dovrebbe offrire a breve la collezione antica per l’acquisto sia all’Unibo, sia allo Stato, che ha un diritto di prelazione. Ovvero può offrire la stessa cifra e avere la meglio comunque. Vedremo cosa succederà con questo diritto di prelazione. Io, da bolognese, farò di tutto per farla rimanere tutta a Bologna».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento