Martedì, 26 Ottobre 2021
Attualità

Clara, la villa ‘stregata’ di via Zanardi sbarca al cinema. Il regista: "Bologna è piena di luoghi misteriosi"

Una dimora nella pianura bolognese ereditata da una ragazza inglese. La leggenda narra che un fantasma si aggiri senza pace per le stanze della villa

Dopo gli inevitabili "stop-and-go" dovuti allaa pandemia, è in uscita "Clara", il film dai contorni horror ambientato in una misteriosa location: al civico 449 di via Zanardi, Villa Clara. Scritto e diretto dal regista Francesco Longo (Moonlight Legacy Production), la pellicola verrà presentata in anteprima al cinema Orione, il 14 ottobre alle 21.15. 

"Clara": il film horror sulla villa del mistero

Non potevamo non chiedere quasi sono i posti misteriosi in città: "Bologna è piena di luoghi misteriosi che attirano la mia attenzione. Uno di questi è la cosiddetta "Casa stregata di Casalecchio". Potrebbe essere che in futuro inizi a buttare giù qualcosa a riguardo. Chi lo sa. Vedremo..."Avevamo intervistato Longo durante le riprese e ora il film vede la luce: "Finalmente la tanto attesa uscita. Il film ha subito ritardi sia per la pandemia che per un brutto periodo vissuto personalmente in cui avevo deciso di mettere in pausa le mie attività artistiche. Però come si suol dire, prima o dopo, l'importante è arrivarci" ha detto Longo a Bologna Today. 

"Clara"

Helen Ludovisi, una ragazza inglese di origini italiane, laureata in arte riceve in eredità un'antica villa nella pianura bolognese, conosciuta dai locali come "Villa Clara". La giovane decide così di partire, per andare in Italia con il suo ragazzo Jacob e tre membri della sovrintendenza ai beni culturali dello Regno Unito. Questi incontreranno una delegazione della sovrintendenza dei beni culturali di Bologna, per pianificare il restauro della villa, la quale sembra avvolta da un alone di mistero: nell'Ottocento, Clara, la piccola della famiglia Ludovisi a causa dei suoi poteri di chiaroveggenza, fu uccisa e murata all'interno del palazzo dal padre, il quale credeva che tali facoltà fossero opera del demonio. Si dice che ancora oggi, violenza e brutalità echeggino in quei luoghi e che lo spirito di Clara continui a vagare tra le mura della dimora. Tale storia non fermerà Helen e la troupe da un sopralluogo mirato al restauro. Uno di loro scomparirà in circostanze misteriose e questo farà si che Helen, Jacob e il resto della troupe si recheranno all'imbrunire in quell'oscuro luogo, per cercare l'amico. E solo dopo essere rimasti stranamente bloccati all'interno della villa, che si troveranno a fronteggiare le forze oscure che la dimora nasconde.

Nel cast di "Clara" i bolognesi Orfeo Orlando, Giada Cameriere, Laura Spimpolo, Claudia Costa, Andrea Dante Monari, Alessandro Guarini, due attori inglesi, David White e Charles Goodger, e un'attrice canadese, Natasha Gosgnach 

Francesco Longo

Regista, videomaker e visual effects artist, Francesco Longo, garganico di nascita, bolognese di adozione, è appassionato di noir e soprannaturale. I suoi lavori sono stati selezionati a numerosi festival e concorsiClara (poster 2021) CINEMA 2 (1)-6i in tutto il mondo, ricevendo nomination e premi. Al suo attivo anche una trilogia di cortometraggi psycho horror, dai titoli "sinistri": "Skizophrenia", "Claustrophobia" e "Nyctophobia". 

La leggenda di Villa Clara

Chi è Clara? Una giovane fanciulla, figliastra del padrone di casa, che venne colta ad amoreggiare con un sottoposto, così sentendosi disonorato, il patrigno la murò viva all’interno della villa stessa; un’altra leggenda racconta invece che Clara fosse una bambina con poteri di chiaroveggenza, nata agli inizi del ‘900, che il padre (terrorizzato dai suoi poteri) fece murare viva all’interno della villa. Si dice comunque che il fantasma di Clara si aggiri senza pace per le stanze di Villa Malvasia piangendo e lamentandosi.

Il trailer

Le leggende di Villa Clara: la casa stregata a Trebbo di Reno 

"Clara", un film sul luogo più misterioso di Bologna

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Clara, la villa ‘stregata’ di via Zanardi sbarca al cinema. Il regista: "Bologna è piena di luoghi misteriosi"

BolognaToday è in caricamento