Domenica, 14 Luglio 2024
Attualità

Comunicare la cultura: l'intervento di Mauro Felicori al Rotary club Bologna

Lo scorso 18 giugno, l'assessore Mauro Felicori è stato ospite del Rotary Club Bologna per una serata dedicata alla cultura e agli strumenti con cui comunicarla e declinarla nel nostro territorio

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BolognaToday

Nella serata di martedì 18 giugno, si è tenuta – nella prestigiosa cornice del Circolo della Caccia – l’evento organizzato dal Rotary Club Bologna (presidente dottor Giuseppe Gobbi) dal titolo “Mauro Felicori alla Reggia di Caserta. ‘Il miglior direttore di museo in Italia’ secondo ArtTribune”. Una serata all’insegna della cultura, durante la quale l’attuale assessore alla cultura e al paesaggio della Regione Emilia-Romagna ha illustrato agli intervenuti la sua esperienza come direttore generale della Reggia di Caserta e si è soffermato sulla poliedricità della cultura della Regione e della città di Bologna - sempre più meta di turismo culturale -, nonché su come la stessa possa essere comunicata e declinata. L’evento ha visto altresì la presenza dell’orchestra dei Giovanissimi del Conservatorio Martini a cura del Maestro Stefano Chiarotti. Violinista, violista e direttore d’orchestra, Chiarotti ha iniziato giovanissimo una intensa attività artistica sia come solista sia all’interno di gruppi cameristici, orchestre da camera e orchestre sinfoniche di alto livello, affrontando un repertorio che spazia dalla musica di Monteverdi sino alle composizioni degli autori contemporanei, attività che lo ha portato a esibirsi anche in diverse nazioni europee. Dal 1989 è docente di ruolo per la cattedra di “Musica d’insieme per strumenti ad arco – Quartetto” presso il Conservatorio “Giovan Battista Martini” di Bologna, del quale è stato anche vice-Direttore. Ma il leitmotiv della cultura ha caratterizzato anche la seconda parte della serata, con la consegna, da parte del presidente Gobbi, del riconoscimento Paul Harris a Gabriele Bonazzi, professore emerito di storia e filosofia al Liceo Galvani. Il riconoscimento ha voluto premiare il lavoro e la dedizione di Bonazzi che, come studioso e saggista, in ambito didattico, filosofico e storico, ha pubblicato numerosi volumi di storia locale e non. Da sempre, la cultura è per il Rotary in generale e per il Rotary Club Bologna in particolare, un bene comune di eccezionale valore, un’eredità gratuitamente ricevuta che il Club ha il dovere di conservare e trasmettere alle generazioni future.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comunicare la cultura: l'intervento di Mauro Felicori al Rotary club Bologna
BolognaToday è in caricamento