rotate-mobile
Attualità Imola

Gita a Imola: cosa vedere assolutamente

A cavallo tra Emilia e Romagna vanta una storia millenaria. Si sviluppò quando si diede inizio alla costruzione della via Aemilia, ma non basta un giorno per visitarla. Ecco 7 luoghi di maggior interesse della città

2) Biblioteca comunale, via Emilia 80. Ha sede nell’antico convento di S. Francesco (XIV secolo), poi modificato a partire dal 1749. Un grande scalone di accesso al primo piano, l’Aula Magna affrescata, decorazioni, stucchi e finti marmi. Un patrimonio di circa 500mila volumi. 

Di grande rilievo l'archivio storico che comprende oltre 33.000 unità. Dall'Archivio storico comunale (1084-1975), a quello di enti ospedalieri e assistenziali (secc. XIV-XX), di associazioni ed enti (1823-2010), familiari e carteggi privati (secc. XII-XX), Risorgimento e guerre (1796-1945), notarile mandamentale di Imola (1911-2004). Importante l'archivio di Andrea Costa (Imola 1851-1910) considerato uno dei fondatori del socialismo in Italia e primo deputato socialista, e quello del politico Giovanni Codronchi junior (Imola 1841 – Roma 1907). 

Imola: cosa vedere in città

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gita a Imola: cosa vedere assolutamente

BolognaToday è in caricamento