Elly Schlein in copertina sull'Espresso: offesa da Marco Gervasoni, risponde anche Bonaccini

Il commento sessista del docente ordinario di Storia contemporanea all'Università degli studi del Molise ha scatenando dure reazioni

Elly Schlein sulla copertina dell'Espresso / Foto Espresso

Elly Schlein, vicepresidente dell’Emilia Romagna, è la protagonista della copertina dell’Espresso di questa settimana: una donna dal lungo curriculum, ma la sua foto è stata oggetto di un commento sessista da parte di Marco Gervasoni, docente ordinario di Storia contemporanea all'Università degli studi del Molise, scatenando dure polemiche e reazioni.

Gervasoni, rilanciando dal suo profilo Twitter la copertina dell’Espresso dove la vicepresidente viene definita una possibile leader, ha scritto: “Ma che è, n’omo”?. Immediata la presa di posizione e ‘difesa’ del presidente della Regione, Stefano Bonaccini, che sui social, rispondendo a Gervasoni,  ha scritto: “E’ semplicemente la vicepresidente di una bellissima regione che si chiama Emilia-Romagna, eletta dagli elettori e nominata dal sottoscritto. Lei è semplicemente, invece, un cialtrone”.

post bonaccini-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A intervenire oggi sulla vicenda anche Silvia Zamboni, vicepresidente  dell’Assemblea legislativa e Capogruppo Europa Verde, che commenta: “Le becere, oltre che incomprensibili, offese rivolte alla Vice Presidente della Regione Emilia-Romagna Elly Schlein a seguito della pubblicazione di una sua foto sulla copertina dell’Espresso – si legge - offendono più gli autori che il bersaglio. Esprimo quindi piena solidarietà a Elly, che comunque so essere persona non scalfibile da tanta volgarità". E conclude : "Semmai desta profondissima preoccupazione il fatto che il fuoco di fila delle becere offese sia stato aperto da un professore dell’Università del Molise che così ha dato prova di non possedere le caratteristiche minime richieste ad un educatore, quale è la figura di un docente: la buona educazione e il rispetto per la dignità della persona".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, tre ragazzi positivi nei licei di Bologna: controlli su 90 tra studenti e professori

  • Liceo Galvani, lutto al rientro a scuola: è morto il prof Stefano Tampellini

  • Soccorsi all'alba in via Emilia Levante: nulla da fare per un ragazzo di 20 anni

  • Lo storico bassista di Vasco Rossi, Claudio Golinelli detto "il Gallo" ha subito un trapianto al fegato

  • Coronavirus nel bolognese, un caso a Longara di Calderara di Reno: "34 ragazzi in isolamento"

  • Scuola, altri due casi di Covid al Fermi e alle Guido Reni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento