Attualità

Un anno senza Ezio Bosso. Il ricordo di Alba Parietti: "Chi è amato non conosce la morte"

Domani ricorre l'anniversario della scomparsa del compianto artista

10 febbraio 2016. Carlo Conti chiamò sul palco della sessantaseiesima edizione del Festival di Sanremo il maestro Ezio Bosso, pianista, contrabbassista, compositore e direttore d'orchestra di fama mondiale. Considerato dalla critica internazionale tra i maggiori esponenti della corrente musicale post minimalista, le sue composizioni erano arrivate dall’altra parte del pianeta, eppure al grande pubblico italiano questo nome, fino a quella esibizione, diceva poco.

Quella sera, con le sue riflessioni e la sue note, l’artista piemontese conquistò una delle platee più vaste del Paese, trovando così la meritata consacrazione anche in patria.

15 maggio 2020. L'Italia si trova a piangere la scomparsa dell'artista, ma soprattutto dell'uomo di grande spessore, coraggio e grinta. Ezio vola via, a 48 anni, dopo una lunga battaglia contro una patologia neurodegenerativa che lo affliggeva dal 2011, diagnosticata dopo un intervento per un tumore al cervello.

Ezio Bosso, a lui intitolata una sala del Manzoni: "Segno di gratitudine dalla città"

14 maggio 2020. Vigilia del primo anniversario dalla morte del musicista. E' il momento del ricordo. Le prime parole arrivano da Alba Parietti, legata profondamente all'artista, che oggi lo ricorda su Instagram citando Emily Dikinson:

"Chi è amato non conosce la morte, perché l'amore è immortalità, o meglio, è sostanza divina. Chi ama non conosce la morte, perché l'amore fa rinascere la vita nella divinità".

La showgirl ha pubblicato una delle foto più belle di Ezio Bosso, in bianco e nero, aggiungendo: "Ti ricordo con immensa dolcezza".

ezio-2

Tra loro c'era un legame profondo, anche se Alba Parietti non ha mai svelato ulteriori dettagli. Qualche anno fa, infatti, si rincorsero diverse voci su una loro presunta relazione. Molti pensarono proprio a Bosso quando la conduttrice, in un'intervista, parlò di uno "straordinario musicista" che le fece perdere la testa. "Se c'è davvero stata una storia tra me e lui? - fece sapere qualche tempo dopo - Ci sono delle cose nella vita che vale la pena di tenere unicamente per sé. Potrei rispondere di sì, potrei rispondere di no, è una persona che conosco, a cui sono molto affezionata, di cui ho una enorme stima e una venerazione per tutte le emozioni che è in grado di dare. Di un uomo così ci si può innamorare follemente, questo è un mio singolo giudizio, io mi innamoro spesso di ciò che mi emoziona".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un anno senza Ezio Bosso. Il ricordo di Alba Parietti: "Chi è amato non conosce la morte"

BolognaToday è in caricamento