Un film su Padre Marella, casting in arrivo e raccolta fondi al via: "Il sogno di coinvolgere attivamente tutta la città si avvera"

Così gli organizzatori, soddisfatti dell'entusiasmo che già sta suscitando il progetto, che trova anche il forte sostegno del tessuto imprenditoriale locale

FOTO www.chiesadibologna.it

Il laboratorio cinematografico che ha puntato tutto sulla partecipazione del popolo bolognese prende finalmente forma: infatti sono più di 50 i ragazzi e gli adulti che hanno risposto alla “chiamata alle arti” e che si stanno già preparando per il casting che si terrà a fine agosto.

Per gli organizzatori è una vera sorpresa: “Non poteva non accadere - raccontano - e siamo grati che stia accadendo! Il nostro desiderio iniziale di realizzare il film sulla figura di Padre Marella attraverso il coinvolgimento attivo di tutta la città si avvera.” 

“Facciamo rivivere Padre Marella. Il film”, via a campagna di crowdfunding 

Numerose risposte anche dal punto di vista delle donazioni dai cittadini: ad oggi il progetto ha raccolto 3.950€ che rappresenta il 79% dell’obiettivo della Campagna crowdfunding “Facciamo rivivere Padre Marella. Il film” dedicata alla realizzazione del laboratorio cinematografico. "Questa raccolta consentirà di accogliere più ragazzi e rendere questa istanza educativa un’esperienza formativa unica nel suo genere", sottolinea l'organizzazione. (Tutte le info per la raccolta fondi su www.chiesadibologna.it)

Un progetto sostenuto anche dal tessuto imprenditoriale locale

Alcune imprese hanno già iniziato ad aderire alla realizzazione del film. Raccontano gli organizzatori: "Per loro l’obiettivo è   30.000,00 euro da destinarsi alle riprese cinematografiche. Ci auguriamo che sempre più imprese sappiano accogliere questa sfida, diventando protagoniste di una proposta culturale nuova. Nuova nei contenuti e nuova nel metodo di realizzazione. Un messaggio di speranza in un contesto in cui cresce la sfiducia e l’incertezza; un contesto analogo a quello rappresentato dal mediometraggio caratterizzato da una Bologna segnata dalla guerra, quindi in crisi e davanti alla necessità di ripartire. Padre Marella, mettendo sempre al centro della sua vita la speranza, la gratuità ed il sostegno ai più fragili, può diventare una figura a cui ispirarsi in questo contesto attuale".

Padre Marella dalle missioni tra poveri e periferie, alla beatificazione

Padre Olinto Marella sarà beatificato a Bologna, nel pomeriggio di domenica 4 ottobre 2020. Lo ha annunciato l’Arcivescovo Card. Matteo Zuppi. 

Chi è Padre Marella? Ordinato sacerdote il 17 dicembre 1904 a Venezia, il 25 settembre 1909 viene sospeso “a divinis” per aver dato ospitalità allo “scomunicato” Romolo Murri, suo amico fin dal seminario. Nel 1924 giunge a Bologna come insegnante di storia e filosofia nei licei classici Galvani e Minghetti. Il 2 febbraio 1925, festa della “Presentazione al Tempio”, per volontà del Card. Nasalli Rocca viene riabilitato.

Torna così ad esercitare il suo sacerdozio che lo vede impegnato soprattutto nelle periferie della città tra i poveri e i derelitti, diventando un fulgido esempio di carità. Si iscrive alla San Vincenzo, trasforma in piccole cappelle alcune cantine dei palazzoni appena costruiti detti “degli umili”.

Il periodo bellico lo vede autore di tanti gesti di coraggio e di altruismo, accoglie infatti nelle sue case rifugio un numero elevato di orfani, sbandati e di poveri. Fonda la prima “Città dei ragazzi” impegnandosi come educatore e le “Piccole operaie” per occuparsi del doposcuola e dell’avviamento al lavoro. Il “padre dei poveri” muore nella sua “Città dei ragazzi” a 87 anni.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, tre ragazzi positivi nei licei di Bologna: controlli su 90 tra studenti e professori

  • Liceo Galvani, lutto al rientro a scuola: è morto il prof Stefano Tampellini

  • Soccorsi all'alba in via Emilia Levante: nulla da fare per un ragazzo di 20 anni

  • Lo storico bassista di Vasco Rossi, Claudio Golinelli detto "il Gallo" ha subito un trapianto al fegato

  • Coronavirus nel bolognese, un caso a Longara di Calderara di Reno: "34 ragazzi in isolamento"

  • Scuola, altri due casi di Covid al Fermi e alle Guido Reni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento