rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Attualità Ozzano dell'Emilia

Ozzano, dalla banda musicale locale a quella nazionale: il sogno di Giona che si avvera

Proveniente da una famiglia di musicisti, il ragazzo è stato premiato anche dall'amministrazione comunale con una targa per il grande traguardo raggiunto

La passione per la musica, tanta passione e studio...e alla fine il grande risultato è arrivato. Il giovane ozzanese Giona dall'Olio, è passato dalla banda di Ozzano alla Banda giovanlile nazionale /Anbima: un primo grande traguardo, al seguito del quale la giunta comunale glu ha anche consegnato una targa. 

L'amore per la musica ha accompagnato  fin da quando hil giovane fin da piccolo: a 4 anni suonava la batteria, a 8 anni ha iniziato a studiare clarinetto e per i suoi studi ha scelto, ovviamente, di frequentare il liceo musicale a Bologna dove è giunto all'ultimo anno.   Per i fratelli Dall'Aglio è stato quasi naturale innamorarsi della musica in quanto cresciuti in una famiglia dove entrambi i genitori sono musicisti e il papà Marco, da anni, è anche il direttore della Banda di Ozzano dove suona, con strumenti diversi, tutta la famiglia.

L'ANBIMA è la prima banda giovanile istituzionale nata in Italia, un progetto importante rivolto ai ragazzi dai 16 ai 26 anni, che vuole avvicinare i giovani alla musica e offrire loro delle opportunità. Giona ha partecipato al progetto ed e' stato selezionato per farne parte, scelto fra i tanti giovani partecipanti.  L'8 dicembre scorso ha suonato al concerto inaugurale  della banda giovanile che si e' tenuto a Firenze presso il teatro del maggio musicale fiorentino.

"Inutile dire che essere scelti, a soli 17 anni, per far parte dell'ANBIMA è una grande soddisfazione - spiega Giona Dall'Aglio - Partecipare al primo concerto dell'8 dicembre scorso a Firenze è stata un'esperienza formativa per me in quanto ho avuto la possibilità di confrontarmi con giovani musicisti provenienti da varie parti d'Italia e di condividere le nostre diverse esperienze musicali. D'altra parte la musica e' la mia passione piu' grande che ho la fortuna di condividere con tutta la mia famiglia. Già adesso per riuscire e migliorarmi  mi esercito per piu' di due ore al giorno, ma non e' un peso. Lo faccio perche' mi piace".

"Poter contare su giovani così' bravi e motivati è un orgoglio anche per tutta la nostra comunità - sottolinea in una nota il sindaco Luca lelli - che hanno una loro banda, noi siamo fra quelli e di tutto questo dobbiamo ringraziare tutti i musicisti che ne fanno parte per l'impegno che ci mettono, ma un ringraziamento particolare fa fatto sicuramente alla famiglia Dall'Aglio. Un intero nucleo familiare di musicisti che, nel periodo di lockdown, ha consentito all'Amministrazione comunale di poter celebrare alcune ricorrenze istituzionali come il 25 aprile e il 2 giugno, in maniera solenne con l'accompagnamento musicale.  A Giona l'Amministrazione comunale ha consegnato una pergamena quale riconoscimento per l'importante obiettivo raggiunto. A Giona e al fratello Natan che già frequenta il conservatorio a Reggio Emilia, gli auguri più inceri di tutta la comunità ozzanese affinchè riescano a raggiungere altri importanti traguardi in campo musicale".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ozzano, dalla banda musicale locale a quella nazionale: il sogno di Giona che si avvera

BolognaToday è in caricamento