rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Attualità Reno

Il Rotary nutre l’educazione: in partenza il primo carico di aiuti per lo Zimbabwe

Il progetto, in collaborazione con Rise Against Hunger Italia, prevede l’invio di oltre 570.000 pasti per i bambini dello Zimbabwe affinché frequentino le scuole

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BolognaToday

La solidarietà si fa strada, letteralmente, con il primo container in partenza per lo Zimbabwe. Un carico di aiuti umanitari, frutto del progetto “Il Rotary nutre l’Educazione”, un’iniziativa che ha visto il Rotary Zona 14 Italia, Malta, San Marino impegnare i propri club per la realizzazione di 570.240 pasti da destinare alle popolazioni bisognose dello Zimbabwe. La serie di eventi di confezionamento si inserisce all’interno di un percorso che ha consentito a Rise Against Hunger Italia ed alle altre sedi dell’organizzazione nel mondo di distribuire, dal 2005 ad oggi, oltre 540 milioni di pasti. In queste ore, il mezzo sta lasciando i magazzini bolognesi di Rise Against Hunger per intraprendere il suo lungo viaggio. Sono 285.120 le razioni trasportate, pasti che verranno distribuiti in Zimbabwe a sostegno dei programmi di scolarizzazione. Il progetto ha infatti una doppia finalità: da un lato, provvedere al sostentamento di una popolazione con un alto tasso di malnutrizione, dall’altro, rappresentare per le famiglie un valido motivo per permettere ai propri figli di frequentare le scuole. Sarà l’occasione, per tantissimi bambini, di intraprendere e proseguire il loro percorso scolastico; in questo modo, verranno sottratti alla strada e soprattutto, all’odioso fenomeno dello sfruttamento del lavoro minorile. I pacchi, contrassegnati da codici di tracciamento come da rigorosa prassi della politica di Rise Against Hunger, una volta giunti a destinazione saranno poi consegnati ai partner sul posto per garantire un’efficiente e oculata distribuzione. Il progetto è ispirato ai primi cinque goal dell’Agenda ONU 2030, i pilastri dello sviluppo sostenibile. Patrizia De Natale, Governatore del Distretto 2041 spiega così le finalità dell’iniziativa: “Il Rotary nutre l’Educazione è un progetto con focus specifici, come l’alfabetizzazione, lo sviluppo economico delle comunità e la lotta alla fame. È un progetto di portata storica che ha visto impegnati centinaia di club con il coinvolgimento di migliaia di rotariani. L’obiettivo è davvero prestigioso: consentiremo di mandare a scuola per un anno 2850 bambine e bambini dello Zimbabwe. Ciascuno di loro potrà accedere ad istruzione di qualità migliorando la propria condizione di vita e promuovendo la crescita della propria comunità”. A gestire le operazioni è Simone Albieri, Event Planner di Rise Against Hunger Italia, che afferma: “Una spedizione così carica di speranza è sempre molto emozionante. È incredibile pensare al valore di queste scatole, grazie al loro contenuto riusciranno a cambiare la vita di migliaia di bambini. Il progetto che portiamo avanti con il Rotary è una delle iniziative che maggiormente ci inorgogliscono, perché riscontriamo puntualmente grande energia, partecipazione e un coinvolgimento senza pari. Uno spirito di solidarietà che ci consentirà di migliorare l’esistenza di tantissimi bambini e delle loro famiglie. Questo container è la dimostrazione che insieme, siamo in grado di fare la differenza”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Rotary nutre l’educazione: in partenza il primo carico di aiuti per lo Zimbabwe

BolognaToday è in caricamento