menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Letture 'bolognesi' sotto l'ombrellone: 5 libri da portare in vacanza che parlano di Bologna

Stare a Bologna anche quando si è lontani, in vacanza. Possibile, sì: basta scegliere le letture giuste, le "penne" che sulla città hanno scritto attraverso i vari generi letterari. Ecco qualche consiglio fra le ultime uscite

Una Bologna che fa da sfondo, una città protagonista, descritta in ogni dettaglio fra vicoli stretti e luoghi che un po' tutti conosciamo: c'è un modo per portarcela con noi in vacanza, questa città. Sotto l'ombrellone, raccontata sulle pagine di "penne" che l'hanno scelta nella loro narrazione, attraverso vari generi letterari. 

Un salto in libreria, prima di chiudere la valigia, per portare sotto l'ombrellone racconti e storie di Bologna: ecco qualche consiglio per le letture estive. Che al mare si sta bene, ma quando al rientro si comincia a vedere San Luca, quella bella sensazione di essere a casa è una grande consolazione...

"PER I BUONI SENTIMENTI RIVOLGETEVI ALTROVE" ROBERTO CARBONI (FRILLI)

Se l'ombra che cercate d'estate è quella scura scura del noir, ecco che questo libro ambientato a Bologna e scritto dal bolognese Roberto Carboni è quello che fa per voi. Maneggevole nella forma e scorrevole nel contenuto si farà divorare fra un bagno e l'altro. Senza svelare troppo: 

"…anche Bologna dormiva silenziosa, avvolta in una foschia umida che la faceva sembrare una fotografia sgranata. In alto i lampioni, file di perle, spiccavano nel buio e in Piazza dei Martiri le foglie gocciolavano come alambicchi.
Si incamminarono per una via dei Mille deserta di persone ma affollata di banche, ognuna delle quali prometteva, come un Cavallo di Troia: il mutuo giusto per te! Cartelloni patinati mostravano famiglie raggianti. Di debiti. Fateci entrare in casa vostra: bussava il cavallo.
Brutto segno.
I muri dei palazzi erano stati letteralmente tappezzati di cartelli neri dalle scritte rosso sangue: “Dimenticatevi la pietà”. E sotto: “Per i buoni sentimenti: rivolgetevi altrove”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

I Giardini Margherita, tra tesoretti e sorprese inaspettate

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento