"Mai più morti per la crisi"

Il patto tra 400 imprenditori di tutta Italia riuniti a Bologna

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BolognaToday

Oltre 400 imprenditori, provenienti da tutta Italia, si sono dati appuntamento oggi a Bologna per condividere un grande obiettivo: “Fare in modo che mai più nel nostro Paese un manager o il fondatore di un’azienda si tolga la vita, perché vittima della crisi”, come ha chiarito all’inizio dell’incontro Paolo Ruggeri, fondatore di OSM International Group e presidente della Onlus Imprenditore Non Sei Solo, che si occupa di sostenere imprenditori in crisi, con iniziative mirate alla ripresa delle loro aziende. In una giornata di intenso lavoro e confronto, i 400 ospiti dell’evento intitolato “I nuovi condottieri”, hanno lavorato sul loro miglioramento personale e, ribadito la ferma volontà di mettere a disposizione tempo e competenze per aiutare i colleghi in crisi. “In due anni, con la nostra Onlus Imprenditore Non Sei Solo abbiamo aiutato oltre 1000 nostri colleghi a modificare la loro condizione di crisi e riprendere in mano il destino delle loro aziende. Ora, con i mesi di lockdown e le nuove difficoltà economiche che molte imprese si sono trovate ad affrontare una situazione drammatica che, talvolta è andata a insistere su un pregresso non semplice. I casi di suicidi dovuti a questa nuova crisi sono per noi motivo di grande angoscia e stiamo mettendo in campo tutte le nostre forze per aiutarne il maggior numero possibile. Volontariamente, gratuitamente. Come dovrebbe fare lo Stato e come non sempre fa”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento