rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Attualità Pianoro

Marchesini Group amplia i propri stabilimenti. Via libera anche alla nuova caserma dei Pompieri a Pianoro

Il Sindaco metropolitano Matteo Lepore ha dato il via libera al progetto di ampliamento del complesso industriale. Ecco cosa prevede il piano

Il Sindaco metropolitano Matteo Lepore ha dato il via libera al progetto di ampliamento del complesso industriale di Marchesini Group Spa, lungo via Nazionale (SS65 della Futa) nella frazione di Pian di Macina, località Boaria. Il progetto prevede la realizzazione di un nuovo fabbricato per una superficie massima di quasi 19 mila metri quadrati. L’edificio si svilupperà longitudinalmente sull’asse nord-sud per oltre 200 metri (in maniera quasi parallela a est alla via Nazionale e a ovest alla Fondovalle e al torrente Savena) e per circa 85 metri sull'asse est-ovest. Il complesso ospiterà una serie di spazi a uso laboratorio, con spogliatoi e servizi per il personale, magazzini e uffici.

"Questa scelta sostiene lo sviluppo di una delle eccellenze del nostro territorio, leader nel campo della meccanica e del packaging, insediata nel comune di Pianoro dalla metà degli anni ‘70 - commenta il sindaco metropolitano Matteo Lepore - La nuova previsione urbanistica permetterà non solo di creare nuovi posti di lavoro, ma di qualificare e radicare questa nuova occupazione nella tradizione e nella specializzazione del nostro territorio".

Tra le opere di urbanizzazione il progetto porta in dote la realizzazione di una nuova caserma di 1.000 metri quadrati per i Vigili del Fuoco, nell’area Piastrella. L’ampliamento del complesso industriale si svilupperà dove ora sono presenti alcuni edifici, tra i quali anche l’odierna caserma dei Vigili del Fuoco, che dovranno essere demoliti per fare spazio al nuovo insediamento.

Tra le altre opere di urbanizzazione anche la realizzazione della strada carrabile e ciclopedonale di accesso al comparto, con annessi parcheggi pubblici e relativi impianti. Il progetto prevede inoltre aiuole, filari per ombreggiamento dei parcheggi e due “corridoi verdi” per mitigare l'inserimento dei fabbricati e delle opere di urbanizzazione nel contesto paesaggistico, con funzione di “tampone” tra la futura edificazione e il torrente Savena.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marchesini Group amplia i propri stabilimenti. Via libera anche alla nuova caserma dei Pompieri a Pianoro

BolognaToday è in caricamento