Attualità

Estate nell'Aria: San Lazzaro presenta il cartellone estivo tra concerti, escursioni e laboratori

A causa delle normative imposte dalla pandemia non ci sarà la storica Fiera ma una serie di eventi diffusi, e non solo...

Gli assessori Juri Guidi e Francesco Aloe

Tutto pronto per l'estate sanlazzarese tra musica, cultura, teatro, danza e arte: dopo il successo dell’edizione 2020, un nuovo e ricco programma di eventi diffusi su tutto il territorio è in progtamma da luglio a settembre.

Concerti, escursioni, laboratori, spettacoli per grandi e piccini: tantissime le proposte di questo programma, che coniuga divertimento e cultura per tutte le età, realizzato in collaborazione con le numerose realtà e associazioni culturali e artistiche di San Lazzaro. Il cartellone è ricco di proposte, prevalentemente all’aperto, per vivere un’estate all’insegna della sicurezza e della serenità. Ad aprire la programmazione  - come si legge in una nota del Comune - saranno la serata con il professore e allenatore Julio Velasco (Sfide in campo e fuori: lo sport per ripartire dopo la pandemia, alle ore 18.00 del 24 giugno, nella Corte comunale) e la Notte Verde del 25 giugno, una serata di visite guidate, degustazioni, performance e momenti di meraviglia negli agriturismi e nelle aziende agricole di San Lazzaro. Come l’anno scorso, a partire da luglio torna poi il cinema all’aperto nella Corte comunale, così come l’ITC Village con spettacoli per adulti e bambini ogni giovedì e venerdì sera di luglio, a cura della Compagnia Teatro dell’Argine. La Mediateca Ragazzi è invece già all’opera con un ricco calendario di attività per i più piccoli, dalle letture ai workshop tematici. Tra i primi appuntamenti troviamo ad esempio due laboratori, uno sull’illustrazione (19 giugno) e uno sulla biologia e i misteri del mare (24 giugno).

Non mancherà la musica in tutte le sue forme, tra cui il Circolo Arci San Lazzaro con la sua versione estiva di Paradiso Jazz e un piccolo assaggio della rassegna Liber Paradisus, ma anche gli immancabili concerti della Estate leggerissima di Ca’ de Mandorli, che oltre agli appuntamenti settimanali con jazz, funky e pop, darà ampio spazio alle cover band che da sempre hanno caratterizzato i venerdì del Cade, mentre quelle del sabato saranno la serata del rock, indie e reggae. Sul palco anche i vincitori dei bandi Talenti Creativi e Contributi del Comune, con una ventina di proposte che spaziano dal musical alla danza contemporanea. Tra questi Danzare il tramonto, festival di danza in natura che porterà a San Lazzaro e nei Comuni limitrofi sette performance e per altrettante compagnie, ogni martedì alle 19.00 a partire dal 29 giugno; ma anche gli Itinerari a più voci per sentieri sonori, percorsi in aree verdi tra natura, musica e storie, che avranno inizio l’1 luglio al Parco della Resistenza, o le serate a a base di stelle e meraviglia organizzate dall’associazione Sofos.

Se da un lato l’attuale normativa non consente l’organizzazione della tradizionale Fiera di San Lazzaro per come la conosciamo, l’Amministrazione ha voluto comunque offrire un programma speciale per il weekend a cavallo tra luglio e agosto. Il tradizionale concerto per il 2 agosto, che vedrà sul palco dell’omonimo parco la pianista Claudia D’Ippolito, sarà infatti anticipato da due serate di musica a cura della sala prove e studio di registrazione Suonare Sergio, che porterà in scena un tributo a Battiato, con artisti e cantanti bolognesi e di calibro nazionale, nonché e una serata a base di rock, che vedrà protagonisti i Magenta#9, vincitori di Sanremo Rock 2021.

Settembre

A settembre la musica si sposa con la natura, connubio ormai rodato e firmato dal compositore e musicista Carlo Maver che con Il Silenzio del Tempo ci guiderà in una cinque giorni (dall’1 al 5 settembre) dedicata ai racconti e alla musica della San Lazzaro preistorica, dando voce alle grotte, ai calanchi e ai luoghi più suggestivi del nostro territorio, con concerti e performance che andranno dal parco 2 Agosto in pieno centro, fino al lido della Ponticella e agli angoli più magici del Parco dei Gessi. Non mancheranno momenti di divulgazione e conoscenza con esperti della natura e delle meraviglie geologiche. Per avere un assaggio c’è Aspettando il silenzio del tempo (28 e 29 agosto), due serate di “sonorizzazioni” di luoghi come la Dolina della Spipola, dove un nutrito gruppo di musicisti dislocati in luoghi diversi creerà una vera e propria colonna sonora estemporanea della visita del Parco dei Gessi, in un meraviglioso connubio tra uomo, arte e natura attraverso il suono.

Lo stesso mese porterà con sé anche nuove occasioni di scoperta del territorio e dell’arte con Diffusa, festival di fotografia che vedrà protagonista il fotoreporter Federico Borella, premiato come Fotografo dell’anno ai Sony Awards del 2019, con una serie di mostre e lavori dedicati al tema dell’acqua che si dipaneranno tra la Corte Comunale e gli agriturismi del territorio.

E ancora: aperitivi a base di arte e spritz alla Fondazione Cirulli, passeggiate al tramonto tra i dinosauri del Preistoparco e serate a base di archeologia al Museo Donini: l’estate di San Lazzaro non conosce confini ed è già iniziata.

“L’inizio del 2021 ha portato con sé una ventata di speranza grazie alla campagna vaccinale, ma resta un anno difficile per la cultura e il mondo dell’associazionismo – dice l’Assessore alla Cultura Juri Guidi –. Anche per questo vogliamo immaginare questa estate come un momento di rinascita e rilancio, una ripartenza da affrontare insieme a tutte le realtà culturali e artistiche che rendono grande il nostro territorio. Per questo abbiamo pensato a una programmazione che va dal teatro al cinema, fino alla musica e alla fotografia, e che si irradierà dal centro cittadino fino ai parchi e alle frazioni. Sarà un'estate davvero senza confini e aperta a tutti”.

“Sarà un’estate indimenticabile – aggiunge l’Assessore al Marketing Territoriale Francesco Aloe –, perché costruita a partire da ciò che più ha entusiasmato nella scorsa stagione e che adesso possiamo ampliare con nuove sfaccettature. Una programmazione incentrata su una parola a me molto cara: relazione. Sarà un’estate di relazioni: tra cittadini e territorio, certo, ma anche tra arte e natura, tra divertimento e approfondimento; relazioni che aiuteranno il rilancio delle realtà locali, dei nostri artisti, dei nostri commercianti e delle nostre aziende agricole e turistiche. Non mancheranno infatti iniziative di piazza, la seconda edizione di Per campi e per orti, Festival musicali e incantevoli escursioni. È il grande ritorno del turismo lento, al quale noi vogliamo aggiungere qualità e innovazione”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Estate nell'Aria: San Lazzaro presenta il cartellone estivo tra concerti, escursioni e laboratori

BolognaToday è in caricamento